Input your search keywords and press Enter.

Napoli: parcheggiatore abusivo riservava posti con la “prenotazione” Whatsapp

Tutto è partito da un cellulare perso, la nuova frontiera dei parcheggiatori abusivi è tutta lì, in un semplice messaggio Whatsapp che permette di “prenotare” un posto auto e parcheggiare comodamente al proprio arrivo.

I vigili hanno effettuato questa scoperta per caso, cercando nella rubrica di un cellulare perso per capire a chi andasse restituito. Da quel momento in poi si è aperto un mondo: liste di nomi, tanti nomi di professionisti, commercianti, e altre personalità di rilievo del panorama napoletano che una volta scoperto il proprietario del telefonino, per l’appunto un parcheggiatore abusivo, hanno reso chiaro il quadro di una situazione ormai capillare che trova nuovi metodi guadagno.

Dalle prime indagini della Municipale, che intanto è alla ricerca di ulteriori prove, sembrerebbe che il fenomeno sia ampiamente diffuso nella zona di Chiaia, frequentata per la movida soprattutto nei fine settimana, ma anche in altre zone della città.

Vincenzo Persico

Classe 1991, laureato in Economia Aziendale all’Università Federico II di Napoli ed Esperto Contabile. Interessi particolari : sport, politica e soprattutto economia. Si occupa per il giornale, in particolare, di Tributaria ed economia nazionale.