Input your search keywords and press Enter.

Napoli: inaugurato “NAlbero” sul lungomare

E’ stato inaugurato ieri “NAlbero”, la famosissima attrazione posta nella splendida cornice del lungomare liberato di Napoli che accoglierà turisti e napoletani per tutto il periodo natalizio. Con un’ora di ritardo rispetto al previsto, a causa della mancanza di alcuni permessi da presentare alla polizia municipale, la struttura alta più di 40 metri ha spalancato i cancelli alla lunga fila di curiosi in attesa. NAlbero resterà aperto nel weekend da Venerdì a Domenica fino alla mezzanotte, mentre dal Lunedì al Giovedì si chiuderà alle 22. Al primo piano sarà possibile visitare la galleria dedicata alle esposizioni commerciali e alle mostre, la grande terrazza del food dove al mattino si potrà fare colazione e la sera un aperitivo e il bistrot, lato Rotonda Diaz, per degustare un panino o un cuoppo di frittura e una birra, mentre per godere al meglio dello splendido paesaggio sul mare c’è il ristorante con 120 posti a sedere e una cucina tradizionale napoletana con un tocco di modernità. Nel ristorante c’è anche un sushi bar e un lounge bar. Al piano terra e al primo piano si potrà accedere gratuitamente a differenza delle due terrazze più alte, poste a 18 e 31 metri di altezza e raggiungibili a piedi o con il grande ascensore che può trasportare 20 persone alla volta, per le quali servirà il biglietto per godere da un’altezza invidiabile dello splendido panorama del Golfo di Napoli. L’evento si incastra alla perfezione con gli stupefacenti dati sul turismo che la città di Napoli sta vivendo non solo in questi giorni ma da un paio di anni. Il sindaco De Magistris li snocciola a dovere con un post su Facebook: “Alberghi esauriti, 65.000 passeggeri arrivati all’aeroporto di Capodichino, un lungo fiume di turisti e napoletani. Si è aperto con un pienone il ponte dell’Immacolata nella nostra città che continua ad attrarre turisti anche nel 2016 dopo un 2015 boom con un +18,9% di visitatori stranieri, secondo l’ultimo rapporto regionale della Banca d’Italia. Un vero e proprio fiume umano ha invaso sin dalla mattina i siti più celebri, come il Cristo Velato. Un boom di turisti che significa anche più posti di lavoro”. Ieri inoltre, si è tenuta anche la Notte d’Arte con spettacoli, musica, cultura, arte, musei, laboratori e negozi aperti fino a notte inoltrata nel Centro Storico di Napoli. Per il programma dettagliato dell’iniziativa è possibile consultare il sito del Comune di Napoli.

 

di Vincenzo Persico