Input your search keywords and press Enter.

Napoli: i lavoratori del trasporto pubblico in lutto nel giorno dei funerali del vigilante ucciso alla stazione di Piscinola

Oggi si terranno i funerali di Francesco Della Corte, il vigilante ucciso da una baby gang alla stazione di Piscinola in un tentativo di sottrargli la pistola di ordinanza. Tutti i lavoratori dei trasporti di Napoli oggi porteranno in segno di lutto un nastro nero sui bus, sui treni, sulle divise e nei luoghi di lavoro. Alle ore 15, inoltre, treni e bus si fermeranno e ricorderanno “Ciccio” con uno squillo di tromba.

Questo squillo sarà come un grido di aiuto che i lavoratori lanciano alle istituzioni perché tutti si impegnino affinché non accadano mai più tragedie come queste – commentano i sindacalisti dell’OR.S.A. –  Chiediamo alla Prefettura di Napoli di istituire un “tavolo permenente” sul Trasporto Pubblico Locale, con incontri periodici in cui aziende, forze di polizia, associazioni di pendolari e lavoratori si confrontino illustrando i problemi e cercando soluzioni condivise. Vogliamo più controlli sui mezzi di trasporto e nelle stazioni. Vogliamo più tutela e più protezione per i viaggiatori e per i lavoratori. Oggi manifesteremo il nostro dolore per Francesco Della Corte e la sua famiglia, da domani – concludono i sindacalisti – penseremo alle iniziative da mettere in campo e fare “la nostra parte” per rendere più sicuri bus, treni e stazioni, ci aspettiamo lo stesso impegno anche da Prefettura, Questura, Comando dei Carabinieri e dai Sindaci di tutti i comuni della provincia”