Input your search keywords and press Enter.

Napoli: giovane 16enne picchiato dal fratello della fidanzata fin quasi alla morte

Una brutale aggressione è avvenuta nella tarda serata di Sabato a Napoli, per l’esattezza a Posillipo, in una delle zone chic della città, ai danni di un 16enne che ha quasi rischiato di perdere la vita. I fatti sono stati ricostruiti dai Carabinieri grazie al racconto della stessa vittima che, dopo aver subito un intervento d’urgenza all’ospedale Fatebenefratelli a causa delle gravissime condizioni in cui versava, ha chiarito la dinamica completa dell’episodio insieme ad alcuni giovanissimi che erano con lui e ai suoi familiari. Tutto è cominciato nella serata di sabato quando il giovane e la sua ragazza, in compagnia di una coppia di amici, escono con lo scooter e lo parcheggiano in via Posillipo, sotto casa dell’amico, per recarsi con i mezzi pubblici a Pozzuoli e trascorrere così la serata in uno dei locali della zona. Al loro ritorno però si consuma la violenta aggressione quando Antonio del Vecchio di 20 anni, rivelatosi poi il fratello della fidanzata della giovane vittima che aveva atteso lì per tutto il tempo, si scaglia con una inaudita ferocia contro il ragazzo rifilandogli una serie interminabile di calci e pugni che lo riducono in fin di vita. Solo l’immediato trasporto in ospedale da parte dei familiari ha permesso ai medici di intervenire tempestivamente e salvare la vita al giovane. Alla base dell’aggressione ci sarebbe una gelosia morbosa da parte di Antonio del Vecchio nei confronti della sorella. Per lui è subito scattato il fermo di indiziato di delitto per tentato omicidio.

 

di Vinenzo Persico