Input your search keywords and press Enter.

Non seguono le direttive per il coronavirus: locali denunciati e supermercati presi d’assalto in provincia di Napoli

Continuano i controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli per evitare assembramenti di persone nei locali pubblici. Aumenta il lavoro dopo le foto del weekend in cui molti locali della movida di Napoli erano pieni, una situazione peggiorata nelle ultime ore dopo l’assalto di tantissimi cittadini (tra cui anche tre calciatori del Napoli) ai supermercati nella notte. I controlli continueranno per l’intera settimana.

A Casoria il titolare di un centro benessere è stato denunciato dai militari della stazione di Arpino di Casoria poiché ha continuato la sua attività di accoglienza clienti nonostante le nuove normative vigenti.

40 sono invece le persone che i carabinieri dell’aliquota radiomobile di Ischia hanno sorpreso assembrate all’interno di una paninoteca di Forio. Nessuna rispettava la distanza interpersonale di 1 metro e per questo il gestore del locale – un 52enne del posto – è stato denunciato per il reato di inosservanza dei provvedimenti dell’autorità.

Violazioni anche a Frattamaggiore: 3 i ristoratori denunciati dai carabinieri della stazione di Grumo Nevano. Nei locali ispezionati accalcate numerose persone in piedi e in spazi ristretti.

In un locale di Ercolano, i militari della locale tenenza hanno sorpreso 30 persone che, senza rispettare la prescritta distanza di un metro, celebravano la “festa delle donne”. Il titolare – un 41enne del posto – è stato denunciato.