Input your search keywords and press Enter.

“Napoli città aperta” come la definisce De Magistris. Non potrà mai tollerare i razzisti neonazisti

Oggi a Piazza Carlo III , presidi e cortei contro l’immigrazione che toglie lavoro, casa e identità ai napoletani.

Questa manifestazione sarà organizzata da esponenti di Forza nuova, dal titolo: “Il lavoro contro l’immigrazione”.

E riunirà tutte le forze che associano la crisi economica alla presenza degli immigrati.

A intervenire contro questa manifestazione, il sindaco sospeso De Magistris:

Napoli, no può ospitare manifestazioni di neonazisti, che incitano all’odio contro i migranti. La cultura napoletana è proprio il contrario dell’odio contro il diverso, essendo essa frutto di diverse contaminazioni. Quindi è una cultura per vocazione aperta al confronto e al dialogo con l’altro, chiunque esso sia”

Tanti i commenti dei napoletani contro questa manifestazione: “Napoli infatti è la città d’Italia dove gli episodi di intolleranza contro i migranti quasi non esistono. Città disordinata, che vive ai margini dell’illegalità, Napoli è sempre stata una città aperta, per la sua storia, per la sua cultura, non scenderà mai al livello del razzismo che sta mettendo radici in certi piccoli centri dell’entroterra

Naturalmente, ci sono anche commenti di colore razzista, ma sono in netta minoranza, sono solo l’eccezione che conferma la regola