Input your search keywords and press Enter.

Muore per salvare la figlia in mare, succede a Santa Maria di Castellabate

Tragedia tra le acque del Cilento. Angelo Ferraioli, 51enne odontoiatra di Nocera, è morto nel tentativo di salvare la figlia 16enne finita alla deriva col materassino. Il tutto è successo nella zona dell’approdo del ristorante Le Gatte di Santa Maria di Castellabate. L’uomo ha notato la situazione di pericolo della figlia e si è gettato in acqua, finendo anche lui purtroppo vittima del mare agitato. Gli uomini della Guardia Costiera hanno tentato una manovra di soccorso con un gommone di servizio il quale però si è ribaltato, portando al ferimento lieve dei 3 uomini dell’equipaggio. Il mezzo della guardia costiera poi è arrivato capovolto in riva, i 3 feriti sono stati trasportati all’ospedale di Roccadaspide. La ragazza è stata salvata dai bagnanti, ma per il padre 51enne non c’è stato nulla da fare, è spirato durante le manovre di soccorso in spiaggia davanti agli occhi del figlio 21enne.

Annegamenti anche a Sorrento e nell’isola d’Ischia. Alessia Piatti, 18 anni, è annegata mentre faceva il bagno tra le acque agitate del mare di Forio assieme a 4 amiche, mentre a Sorrento il 31enne Agostino Navarro, consigliere PD a Volla, è morto mentre faceva il bagno con la fidanzata in un mare segnalato pericoloso già da alcune ore.