Input your search keywords and press Enter.

Movida, la Regione Campania ribadisce: “Vietati gli assembramenti”

Locali chiusi già alle 23 (con non poche proteste), divieto di assembrarsi in strada, controlli insufficienti. Nella Fase 2 la Campania trova nella movida uno dei più acerrimi nemici. Nel weekend infatti tante sono state le scene di ordinaria follia in strada, con traffico in tilt a Napoli e, pressoché in tutta Italia, piazze gremite (A Perugia è stata addirittura scatenata una violenta rissa). Nelle ultime ore la Regione è tornata sull’argomento, ribadendo il divieto di assembrarsi in strada:

L’Unità di Crisi della Regione Campania, riunita per esaminare la situazione epidemiologica dopo quanto si è verificato nell’ultimo weekend con ripetuti assembramenti senza mascherine, rinnova con fermezza l’invito al rispetto delle Ordinanze in vigore e a evitare comportamenti irresponsabili che potrebbero determinare una risalita della curva dei contagi. Si ricorda che non sono consentiti assembramenti e che è obbligatorio indossare la mascherina. I dati degli ultimi giorni non rivelano che il Covid-19 sia sparito o addirittura che sia stato debellato. È fondamentale il senso di responsabilità di ciascuno a tutela della salute di tutti. Si ricorda infine che i cittadini hanno il dovere di attenersi rigorosamente alle disposizioni per evitare che il contagio riprenda con drammatiche conseguenze sanitarie e sociali.