Input your search keywords and press Enter.

Morta Stefania Stellaccio, ennesimo militare vittima dell’uranio impoverito

Non accenna a fermarsi la conta di militari italiani morti di tumore. Purtroppo bisogna aggiornare il numero a 324, con la dipartita di Stefania Stellaccio, 31enne di Roccadaspide (in provincia di Salerno). La notizia ha scosso molto la comunità locale che ne conosceva la storia, come riportata dal blog Voce di strada. Sposata soltanto da pochi mesi, la soldatessa lavorava attualmente a Bollate (vicino Milano), come agente penitenziario, dopo aver smesso con le missioni militari. Il caporale maggiore sembrava aver superato la malattia, causata come nel caso di tanti altri colleghi dall’esposizione all’uranio impoverito. Negli ultimi anni aveva combattuto con determinazione contro il male che l’aveva colpita al cervello ma, a quanto pare, una ricaduta le è risultata fatale. Ancora una volta duro il monito dell’Osservatorio Militare, che denuncia l’abbandono da parte delle istituzioni dei militari ammalatisi in missioni estere, oltre 3700 secondo i loro dati. Una soldatessa dal cuore grande Stefania, capace di regalare un sorriso a chi l’ha incontrata nel corso della sua missione nel Libano del Sud. A tal proposito, raccontava al quotidiano Il Tirreno quella volta in cui aveva trovato il tempo di giocare a nascondino con Muhammad. Nel corso della missione Unifil Stefania si era ritrovata in uno dei numerosi giri delle truppe italiane tra i villaggi colpiti dalla guerra per portare cure mediche ed assistenza sanitaria alla popolazione, qui avvenne l’incontro con Muhammad. Il bimbo si reca al centro sanitario per una brutta tosse e lì durante la lunga attesa trova Stefania, capace di suscitare subito fiducia nel piccolo. “Spero che il piccolo Muhammad la prossima volta che vedrà un mezzo bianco con i soldati con il casco blu dell’ONU sorriderà, magari ricordandosi di una soldatessa con cui ha giocato a nascondino una volta” cosi concludeva la sua lettera Stefania. Noi siamo sicuri che quel bambino, e non solo, ricorderà per sempre il suo gesto e il suo sorriso.

di Marco Sigillo

http://vocedistrada.it/articoli-2/cronaca/roccadaspide-a-soli-31-anni-muore-stefania-stellaccio/
[Foto “Leggo.it”]

Marco Sigillo

Classe 1991, laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazioni all’Università Federico II di Napoli. Appassionato di comunicazione e scrittura, collabora con 081news dal dicembre 2015, interessandosi soprattutto di temi di portata nazionale ed internazionale. Giornalista pubblicista dal 2019.