Input your search keywords and press Enter.

La crescita della Medicina del lavoro e l’importanza della ricerca: un nuovo sviluppo della medicina

(a cura di Mauro Fedele) La medicina del lavoro appartiene alla branca della Medicina dei servizi, di cui fanno parte anche Igiene e Medicina Preventiva e Medicina Legale. Negli ultimi anni la medicina del lavoro si è molto evoluta e si sta ritagliando uno spazio sempre più significativo nel panorama nazionale. Ciò che la caratterizza è l’oggetto d’analisi: il lavoratore e la sua salute. I medici del lavoro, vien da sè, devono essere dei bravi clinici, ma anche molto “dinamici”, in quanto questo lavoro porta il dottore a viaggiare spesso per dare supporto ad aziende che si trovano anche molto distanti. Una caratteristica importante della medicina del lavoro è l’esigenza di una continua ricerca: con l’avvento dell’industria 4.0, che che si serve continuamente di dispositivi robotici e di prodotti della nanotecnologia, sono sorti nuovi, plausibili, rischi. Lo sviluppo di queste apparecchiature moderne può portare infatti a nuovi rischi (per ora sconosciuti) per il lavoratore. Il compito della medicina del lavoro è, quindi, di monitorare i danni provocati dall’esposizione a sostanze particolari negli anni scorsi, ma anche controllare i fattori di rischio a cui i lavoratori sono esposti oggi. Un follow-up delle patologie passate, quindi, ma anche un occhio al presente con il monitoraggio di nuovi fattori di rischio. All’evoluzione dei materiali, potremmo dire in sintesi, corrisponde l’evoluzione dei rischi.

La scuola napoletana è una delle più antiche e importanti d’Italia, con il maggior numero di specializzandi nel Paese (28 sono quelli del dipartimento napoletano). Dal primo gennaio scorso questa scuola ha avuto un ulteriore slancio con l’insediamento del nuovo direttore, il prof. Ivo Iavicoli, che è riuscito a coinvolgere ogni specializzando e dipendenti del dipartimento in attività di ambulatorio e ricerca. L’auspicio è che si possa continuare a perseguire questo percorso formativo, facendo in modo che i giovani dottori possano essere proiettati effettivamente nel mondo del lavoro con conoscenze accresciute, nuove metodologie acquisite e strumenti in linea con lo sviluppo industriale.

Il dottor Mauro Fedele è medico specializzando in Medicina del Lavoro al Policlinico di Napoli. Recentemente intervenuto sul tema anche in un articolo del Corriere della Sera , è presidente dell’Associazione Giovani Medici della Città Metropolitana di Napoli