Input your search keywords and press Enter.

Da Napoli una bella iniziativa: mascherine fatte a mano in casa

Restare a casa può non essere facile in questi giorni. Tanto tempo a disposizione e poco da fare, come rendersi utili allora? La bella iniziativa degli ultimi giorni arriva da Napoli. Angela Giannini Zecca, originaria di Nola, ha avuto la brillante idea di cucire a mano delle mascherine da donare agli altri, ovviamente in maniera gratuita. Lei e l’amica Rosa Di Paolo Tolino si sono rimboccate le maniche e, davanti alla macchina da cucire, si sono messe a sfornare quante più mascherine potevano. Si tratta di mascherine tradizionali simili a quelle chirurgiche (non quelle certificate FFP2) e riutilizzabili, fatte con cotone 100% a trama stretta e doppio strato. Possono essere lavate ad alta temperature e sterilizzate, così da essere utili sia ai normali cittadini che al personale sanitario.

L’ospedale Santobono di Napoli ha già beneficiato di alcune decine di mascherine create in casa dalle due abili ed altruiste sarte, non coprono il fabbisogno sanitario del personale ma è già un grande gesto in favore del reparto di neurologia infantile ed un passo in avanti. Ora però anche tanti altri potranno e dovranno fare la propria parte. Sarà possibile donare TNT (Tessuto Non Tessuto), elastici, tessuti in cotone ma anche farle a casa propria grazie ad un tutorial; è possibile anche contattare la giornalista Simonetta De Chiara Ruffo (sue le foto allegate) che ha lanciato sul web il messaggio raccontando di questa iniziativa. La Campania si stringe al resto d’Italia in prima linea contro questo virus e si prepara a quando potrebbero arrivare tempi più duri anche in regione. Ne usciremo, ma ognuno dovrà fare la sua parte e rendersi utile.

Di fronte all'emergenza Coronavirus che ha colpito anche la nostra regione e in mancanza ormai da giorni dei dispositivi di sicurezza, in particolare di mascherine, una sarta si è resa disponibile a fornire il suo contributo confezionando nella propria abitazione, mascherine in triplo strato di cotone da fornire a personale sanitario. A lei in queste ore si stanno unendo altre sarte che attraverso la diffusione di un tutorial cercano di garantire un utile e si spera efficace strumento di protezione.Facciamo appello a tutte le sarte e alle persone abili con il taglia e cuci, che possano confezionare mascherine protettive. Servono come misura urgente per la protezione degli operatori impiegati sui servizi socio-sanitari in attesa della fornitura dei dispositivi di protezione individuale a norma che dovrebbe arrivare nei prossimi giorni.Il video spiega come fare.Servono pezzi di cotone di buona qualità ed elastici fini. Misure: 30 cmx28cm.Per chi potesse farlo per favore mi contatti in privato, fornisco anche documento per la sterilizzazione. Potete anche scrivere a direttore@napoliclick.itOrganizziamo ritiro, non forniamo materiale. Trattasi di richiesta di solidarietà.Grazie

Pubblicato da Ida Palisi su Sabato 14 marzo 2020