Input your search keywords and press Enter.

“Mamma, ho perso l’areo”: 5 curiosità da non perdere

Il cult di Chris Columbus “Mamma, ho perso l’aereo compie 30 anni” e, benché la cosa ci faccia sentire vecchi, molto vecchi, rimane uno dei classici di Natale più amati di tutti, adatto a ogni età e a ogni tipo di pubblico.

La trama, ormai conosciuta da tutti, ruota intorno al piccolo Kevin McCallister (Macaulay Culkin) dimenticato a casa dalla sua famiglia nel trambusto della partenza per le vacanze di Natale. Kevin si ritroverà, completamente solo, a godere del dono della libertà tanto desiderata, e allo stesso tempo dovrà difendere la propria casa dagli attacchi di due ladri maldestri.

Ma siete davvero sicuri di conoscere tutto sulla famosa commedia natalizia di Chris Columbus? Mettetevi alla prova con queste 5 divertenti curiosità:

1. JOE PESCI HA FATTO CREDERE AL PICCOLO CULKIN DI ESSERE DAVVERO CATTIVO Il famoso attore Joe Pesci, che in “Mamma, ho perso l’aereo” interpreta il ladro maldestro Harry, ha evitato per tutta la durata delle riprese Macaulay Culkin per convincerlo di essere davvero un badass e ottenere così una performance più autentica possibile da parte del piccolo attore, che in effetti pare fosse effettivamente intimorito alla vista di Pesci. Inoltre, durante le prove, quasi a conferma della sua “cattiveria”, Joe Pesci morse per sbaglio il piccolo Culkin, nella scena in cui Harry promette a Kevin di staccargli le dita a morsi. La cicatrice gli è rimasta da allora.

2. ELVIS È VIVO E FA LA COMPARSA Tutti conoscono le diffuse teorie complottiste secondo cui la morte del re del rock and roll Elvis Presley, avvenuta nel 1977, sarebbe solo una montatura. Ebbene secondo alcuni di questi complottisti, in effetti Elvis comparirebbe nel film “Mamma, ho perso l’aereo” (che, ricordiamo, è del 1990) nella scena in cui la madre di Kevin è alla ricerca di un volo per tornare a casa dal figlio. Il tizio barbuto dietro di lei sarebbe proprio Elvis che, a quanto pare, non solo all’epoca era ancora vivo, ma per mantenersi faceva anche la comparsa nei film.

3. IL GANGSTER MOVIE GUARDATO DA KEVIN NON ESISTE Alcune delle gag migliori di “Mamma, ho perso l’aereo” sono legate al film che Kevin guarda con un certo spavento e che usa per allontanare i ladri dalla sua casa. Quel film, però, intitolato “Angels with Filthy Souls”, non esiste: le scene che vediamo sono state create appositamente come parodia del classico del 1938 “Angels with Dirty Faces”. L’attore, Ralph Foody, ha poi persino recitato nel finto sequel, contenuto in “Mamma, ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York”, intitolato “Angels with Filthier Souls”.

4. I DUE LADRI NELLA REALTÀ SAREBBERO MORTI DA UN PEZZO Era facilmente intuibile, ma lo ha confermato anche un medico: nella vita reale, Harry e Marv, i due ladri vittime delle trappole di Kevin, sarebbero morti da un pezzo per via delle ferite riportate. Ad esempio, e solo per dire qualcuna, il ferro da stiro in faccia avrebbe dovuto spezzare le ossa facciali di Marv e la maniglia infuocata avrebbe fatto perdere il braccio a Harry. E che dire del lanciafiamme in testa? Avrebbe rispedito chiunque dritto al Creatore…

5. I (TROPPI) SEQUEL  Ci sono ben 4 seguiti di “Mamma, ho perso l’aereo”, non tutti, in realtà, degni di nota. Il primo lo conosciamo tutti benissimo ed è la versione ambientata nella grande mela, intitolataMamma, ho riperso l’aereo: mi sono smarrito a New York. Il secondo sequel, “Mamma, ho preso il morbillo, in realtà è più uno spin-off che un vero e proprio sequel, dato che il cast è completamente diverso. Il terzo sequel, e quarto capitolo del franchise, “Mamma, ho allagato la casa, è un sequel apocrifo uscito solo per il piccolo schermo e mezzo sconosciuto: tornano gran parte dei personaggi principali del primo film, a cominciare dal piccolo Kevin, ma sono tutti interpretati da un nuovo cast artistico. Infine abbiamo “Holiday Heist – Mamma, ho visto un fantasma, anch’esso uscito solo per la televisione nel 2012 sul canale ABC Family, completamente scollegato dagli altri quattro film del franchise, e a ragion veduta dimenticato da tutti.

Felice Sangermano

Classe 1986, appassionato di cinema e letteratura. Freelance blogger e scrittore. Autore preferito: Louis-Ferdinand Cèline. "Sono un po' più allegro di lui però" dice lui.