Input your search keywords and press Enter.

L’Italia è il paese più corrotto d’Europa, scavalcate Bulgaria e Romania

Ogni anno l’associazione non governativa “Trasparency” stila la classifica dei paesi più corrotti, analizzando 175 nazioni e concedendo ad ognuna di esse un indice di corruzione che va da 0 a 100. Nelle prime posizioni troviamo i Paesi Scandinavi, che sono i più virtuosi, mentre nelle retrovie troviamo stati come la Corea del Nord. L’Italia è risultata essere il Paese più corrotto d’Europa, al 69esimo posto nella classifica mondiale, soprattutto dopo la scoperta della cupola malavitosa di Mafia Capitale che ha coinvolto politici, uomini d’affari e VIP. Lo stato italico ha riscosso un punteggio di 43/100, pari a quello di Bulgaria, Romania e Grecia; addirittura sono state riscontrate performance migliori in paesi come SudAfrica e Kuwait. Solo il 18% degli Stati Europei raggiunge la sufficienza nella classifica e l’Italia ovviamente non è presente; in generale, molti paesi sono in netta ripresa, soprattutto perchè hanno attuato forti e valide manovre anti corruzione. Mentre in questi paesi si lavorava contro le tangenti, in Italia è uscito allo scoperto un sistema corruttivo che aveva come centro proprio la capitale. La notizia ha destato molto scalpore tra l’opinione pubblica italiana ed internazionale. Il Sindaco di Napoli De Magistris su Twitter ha detto :

” Con Renzi premier e segretario dell’Expo, Mose, Mafia Capitale, propaganda su corruzione e istituzioni impregnate di mafie, ci vuole la rivoluzione! “

Il comico Maurizio Crozza invece ha analizzato ironicamente così la situazione :

” Italia Paese più corrotto. Amici romeni, non avete fatto i conti con i romani “

In effetti, alle cronache balzano sempre più episodi di xenofobia, gli italiani sembrano imbracciare torce e forconi contro gli extracomunitari, mentre per la corruzione degli stessi italiani sembrano spendere solo parole lasciate al vento. Se si pensa che in Italia la corruzione costa 60 miliardi l’anno, non ci sono più nascondigli o scuse. Come afferma l’OLAF, l’agenzia antifrode europea, l’Italia è gradito ai malfattori, basti pensare che un appalto pubblico è in media viziato sempre da un 10% di corruzione. Il primato europeo di corruzione è solo la “ciliegina sulla torta” di una situazione italiana che va sempre peggiorando. Se un tempo l’Italiano era considerato un gentleman, romantico, latin lover, elegante e di grande stile, ora viene etichettato nella maggior parte dei casi come approfittatore, truffaldino, ladro. Non c’è da meravigliarsi di questo risultato se sempre di più in Italia si tenta la via dell’illegalità, si cerca di evitare la fatica e i soldi sudati, cercando guadagni facili e provando a corrompere le istituzioni, sempre di più sfiduciate dall’opinione pubblica. Molti si aspettavano un avanzamento nel Ranking FIFA della nazionale italiana di calcio ed invece dobbiamo prendere atto che abbiamo scalato una classifica ben più importante e pesante; è tutto vero, non è un gioco, l’Italia è il Paese più corrotto d’Europa.

di Nello Cassese

La mappa del Mondo con le zone corrotte e i relativi indici

La mappa del Mondo con le zone corrotte e i relativi indici

Il tweet di De Magistris sulla situazione italiana

Il tweet di De Magistris sulla situazione italiana

Le immagini sono state prese dall’archivio immagini di Google

 

 

Nello Cassese

Classe 1994, laureato in Scienze della Comunicazione, frequenta il corso di laurea magistrale Corporate Communication and Media all’Università degli Studi di Salerno. Appassionato di calcio e sport in generale, segue con interesse e impegno temi di attualità vari, in particolar modo quelli inerenti il sociale e il terzo settore. Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania dal novembre 2016. Dal gennaio 2018 è direttore di 081news. Ha collaborato con il quotidiano online IlPopolareNews e con l'emittente televisiva nolana Videonola. Collabora come inviato sportivo per Il Giornale di Sicilia e come speaker radiofonico per Radio Antenna Campania.