Input your search keywords and press Enter.

La Festa dei Gigli potrà ricevere gli stessi benefici dei beni materiali riconosciuti dall’UNESCO

I beni immateriali del sigillo UNESCO potranno ricevere gli stessi benefici dei beni materiali. E’ la novità normativa portata da una proposta di legge approvata nelle scorse ore dalla Camera dei Deputati. I beni immateriali dell’umanità potranno aver accesso ai programmi di pubblica valorizzazione e promozione riservati ai beni materiali e potranno rientrare nel piano di investimenti di 2 milioni e mezzo di euro promosso dal Ministero dei beni, attività culturali e turismo. La proposta di legge è stata presentata dai parlamentari PD Massimiliano Manfredi, Alessandro Mazzoli, Francesco Sanna, Demetrio Battaglia, Giuseppe Fioroni, con allegato un testo per la minoranza Forza Italia, firmato in primo luogo dall’On. Paolo Russo. Ogni parlamentare ha portato in Parlamento il riconoscimento del patrimonio culturale delle proprie città; rientrano infatti tra i beni immateriali inseriti nella proposta di legge: la maschera di Pulcinella, la festa delle macchine a spalla di Viterbo, Palmi Calabro, Sassari e Nola, oltre alla Dieta Mediterranea. Comincerà ora un nuovo e interessante percorso di promozione, con innumerevoli possibilità economiche e pubblicitarie, un percorso che dovrà essere gestito nella maniera più pragmatica possibile, per il bene del patrimonio UNESCO e della cittadinanza.