Input your search keywords and press Enter.

Kamikaze ISIS ad Istanbul: 10 turisti tedeschi morti

“Noi siamo Istanbul”. Questo tag non c’é stato dopo l’attacco kamikaze ad Istanbul. Un terrorista siriano, il 28enne Nabil Fadli, si é fatto esplodere nel quartiere turistico gremito di persone, causando la morte di 10 turisti tedeschi e il ferimento di svariate decine di persone. Secondo le ultime indagini, l’uomo sarebbe tra le fila dell’ISIS e, secondo media turchi, aveva chiesto poco fa asilo politico. Gli inquirenti stanno già predisponendo molti fermi presunti complici che hanno fornito supporto logistico all’attentatore 28enne. Ma ora nessuno farà clamore per queste morti? Nessun ente mondiale sportivo proclamerà il lutto? Sono forse morti “meno pesanti”? Se é vero che siamo tutti uniti nella lotta al terrorismo e che tutti siamo bersagli, allora ogni morto ammazzato é un nostro fratello, un nostro connazionale, un cittadino di questo mondo che ci stiamo impegnando a proteggere dall’ignoranza e dalla follia. Se é vero che la morte non ha prezzo e che non si deve giudicare una vittima dalla sua nazionalità o dalla politica che regola il governo del suo Paese, allora noi oggi possiamo (e dobbiamo dire) non solo ‪#‎JeSuisParis‬, ma #BizIstanbul, “Noi siamo Istanbul”.

[Foto “Ansa.it”]

Nello Cassese

Classe 1994, laureato in Scienze della Comunicazione, frequenta il corso di laurea magistrale Corporate Communication and Media all’Università degli Studi di Salerno. Appassionato di calcio e sport in generale, segue con interesse e impegno temi di attualità vari, in particolar modo quelli inerenti il sociale e il terzo settore. Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania dal novembre 2016. Dal gennaio 2018 è direttore di 081news. Ha collaborato con il quotidiano online IlPopolareNews e con l'emittente televisiva nolana Videonola. Collabora come inviato sportivo per Il Giornale di Sicilia e come speaker radiofonico per Radio Antenna Campania.