Input your search keywords and press Enter.

In Italia il gelo uccide ancora, è di Visciano il clochard morto ad Avellino

In Italia il freddo uccide. Non dovrebbe accadere ma ancora oggi in notti gelide, come quelle degli ultimi giorni soprattutto, i meno fortunati rischiano di pagare con la vita l’arrivo dell’inverno. Freddo che ha colpito anche il sud, portando nevicate in diverse regioni meridionali. Anche in Campania si sono registrate delle vittime. Ad Avellino il freddo è stato fatale per Angelo Lanzaro, senzatetto che viveva nella struttura denominata “Mercatone”, ex centro commerciale da anni abbandonato e divenuto riparo per clochard. Proprio uno degli altri senzatetto che dormivano con lui ne ha trovato il corpo senza vita la mattina dell’Epifania. Angelo, 44enne con una compagna e tre figli, era abbastanza conosciuto in città, ad aumentarne la fama un’intervista realizzata dall’emittente locale Tele Nostra nella quale Angelo lanciava un appello al sindaco di Avellino. Un appello che aveva toccato la coscienza di molti ma al quale purtroppo non c’era stata una risposta da parte delle istituzioni, ora conseguentemente divenuta obiettivo di numerose critiche. Come spesso accade in questi casi, si considera anche l’ipotesi che, come alcune voci riportano, potesse essere stato lo stesso Angelo ad aver più volte allontanato la sua famiglia, scegliendo di fatto quella sistemazione estrema. Per ora le forze dell’ordine stanno seguendo ogni pista, mentre il sostituto procuratore ha disposto un’autopsia e aperto un fascicolo per indagare su eventuali responsabilità che abbiano potuto portare a questa tragica fine.

di Marco Sigillo

Marco Sigillo

Classe 1991, laureato in Scienze Politiche e Relazioni Internazioni all’Università Federico II di Napoli. Appassionato di comunicazione e scrittura, collabora con 081news dal dicembre 2015, interessandosi soprattutto di temi di portata nazionale ed internazionale. Giornalista pubblicista dal 2019.