Input your search keywords and press Enter.

Iniziate le operazioni di sgombero dei rifiuti stoccati nella piazzola n.7 del Pantano di Acerra

Sono iniziate questa mattina le procedure per lo svuotamento della piazzola n.7 del sito di Pantano di Acerra, nei pressi del termovalorizzatore, dove sono stoccate, negli anni dell’emergenza rifiuti, circa 21mila tonnellate di rifiuti. Questi stessi saranno conferiti presso lo Stir di Caivano, con l’obiettivo del completo svuotamento della piazzola, della caratterizzazione degli stessi, e, appurata la conformità ai codici CER, del successivo incenerimento. Una volta terminate le operazione per lo sgombero delle piazzole dai rifiuti, saranno piantati degli alberi.

Questa mattina, intanto, gli operai ed i tecnici dell’A2A hanno provveduto ad approntare il cantiere e ad iniziare l’attività di carico secondo il cronoprogramma fissato.

Il Sindaco di Acerra, Raffaele Lettieri ha così commentato: «Questa mattina è stato approntato il cantiere per la rimozione dei rifiuti, sono state avviate tutte le procedure per procedere in sicurezza. L’amministrazione comunale continua, senza lesinare energia, a produrre azioni per la tutela della salute dei cittadini. Come abbiamo ripetuto anche al Ministro Galletti in visita ad Acerra nelle scorse settimane, la presenza di tutti questi rifiuti in quell’area rappresenta, per chi davvero tiene alla salvaguardia della salute dei cittadini, una vera e propria spada di Damocle. Il nostro timore è che potessero esserci ulteriori danni all’ambiente e, quindi, alla salute pubblica.

L’azione di rimozione di questi rifiuti dimostra l’ottimo lavoro fatto dall’ente, in accordo con la Regione Campania, in particolare con l’Assessorato all’ambiente, e con l’Unità Tecnico Amministrativa. Il mio ringraziamento va a tutte le professionalità impegnate per arrivare a questo risultato. Ma la nostra azione concreta, così come fissato negli impegni assunti con la città di Acerra, è per la tutela dell’ambiente e il miglioramento del territorio e la sua vivibilità, fino all’obiettivo finale di piantare alberi su quelle piazzole dove un tempo c’erano rifiuti. Resta alta la nostra attenzione ed il continuo monitoraggio per la tutela della salute dei cittadini e la salvaguardia della nostra città».

di Comunicato Stampa