Input your search keywords and press Enter.

Il punto sulla Serie A: Juve e Napoli non sbagliano, frenano Roma e Inter

La seconda giornata sorride ancora alle prime due classificate dello scorso campionato: Juventus e Napoli si sbarazzano rispettivamente di Lazio e Milan, anche se l’andamento delle due gare è stato totalmente differente. L’Inter frena ancora, mentre sorprende la Spal di mister Semplici, a quota 6 dopo due giornate.

  1. Il Napoli di Carlo Ancelotti vince in rimonta contro il Milan dell’allievo Gattuso: 3-2 con un grandissimo secondo tempo, grazie alla doppietta di Zielinski (il nuovo Hamsik) e il gol di Mertens, dopo che il Milan era stato sul doppio vantaggio con le reti di Bonaventura e Calabria. L’allievo non supera il maestro, forse anche per colpa della premiata ditta Musacchio-Biglia: da un loro pasticcio parte la riscossa dei partenopei.
  2. La Juventus piazza la seconda vittoria contro una Lazio volenterosa, ma davvero troppo debole per una squadra come quella bianconera. Pjanic si ricorda di essere un giocatore di pallone, ma soprattutto di biliardo: suo il colpo di precisione che porta in vantaggio la Juventus. Partita poi chiusa dal sempre utile Mandzukic, che ribadisce in rete dopo un clamoroso rimpallo di Cristiano Ronaldo a porta vuota.
  3. L’Inter si autocondanna per la seconda partita consecutiva, dopo la sconfitta contro il Sassuolo: il 2-0 targato Perisic e De Vrji aveva fatto ben sperare i tifosi nerazzurri, ma nel secondo tempo Handanovic si prende una pausa clamorosa con un’uscita sbagliata e permette al Torino di accorciare con Belotti. Pareggio poi targato Meite, gran bella sorpresa.
  4. La Spal conquista un’altra vittoria: 6 punti dopo due giornate, un bel bottino soprattutto perché ha battuto il Bologna alla prima giornata e il Parma alla seconda, due scontri diretti fondamentali in chiave salvezza.
  5. Goleada della Fiorentina, al suo debutto assoluto in questo campionato: vittima sacrificale il Chievo Verona, che ne prende ben 6. La squadra di Pioli mette in mostra un bel calcio, fatto di grandi spunti e ottime giocate. Bellissimo il gesto di Tomovic, autore del gol della bandiera del Chievo: rete dedicata al compagno di squadra Astori ai tempi della Viola, scomparso pochi mesi fa.
  6. Pareggio senza gol tra Bologna e Frosinone: entrambe le squadre partono col freno a mano tirato in questo campionato, di questo passo la strada per la salvezza può essere soltanto in salita.
  7. Dopo aver pareggiato in rimonta contro il Parma, l’Udinese si regala la prima vittoria dinanzi ai suoi tifosi, battendo per 1-0 la Sampdoria: gol di De Paul, che bissa la rete su rigore di sette giorni fa e si candida come nuovo trascinatore dei friulani.
  8. Esordio vincente del Genoa in questo campionato, Empoli sconfitto al Ferraris per 2-1: reti di Piatek, centravanti d’area che si sta distinguendo in questo avvio di stagione, e Kouame. Per gli uomini di Aurelio Andreazzoli arriva la sconfitta nonostante una buona prestazione.
  9. Il Sassuolo si aggrappa a Kevin Prince Boateng e acciuffa il pareggio per i capelli: rigore decisivo al minuto 94, dopo un fallo di mano di Romagna sanzionato grazie all’ausilio del Var. Quattro punti per gli uomini di De Zerbi, che strappano un grande risultato sul campo del Cagliari: padroni di casa che non riescono a sfruttare la bella doppietta di Pavoletti, la gara termina 2-2.
  10. Nel posticipo del lunedì l’Atalanta dà una lezione di calcio alla Roma: all’Olimpico termina 3-3, risultato non clamoroso dopo la prestazione enorme degli uomini di Gasperini. Partita che era iniziata bene per Roma, passata in vantaggio con un bellissimo colpo di tacco di Pastore, ma dopo arriva il buio, perché i nerazzurri in mezzora segnano 3 volte con Castagne e Rigoni, autore di una doppietta. Nel secondo tempo i nerazzurri calano vistosamente e la Roma ne approfitta portandosi prima sul 2-3 con una bella percussione centrale di Florenzi, poi sul definitivo 3-3 grazie al gol di Manolas.
Francesco Mazzocca

Laureato in Giurisprudenza, appassionato di calcio e di politica. Ha collaborato con Cronache della Campania, ha una passione viscerale per il giornalismo che lo ha portato a diventare giornalista pubblicista presso l'ODG della Campania.