Input your search keywords and press Enter.

Giovani in pausa studio aggrediti da baby gang nel bosco di Capodimonte

Un gruppetto di quattro ragazzini, due di 15 anni, uno di 14 e uno di 16, ha seminato il panico nei confronti di alcuni coetanei qualche giorno fa all’interno del bosco di Capodimonte a Napoli. I giovani infatti, nel tentativo di effettuare una rapina, hanno brutalmente aggredito due ragazzi in compagnia delle loro amiche che si trovavano nel bosco per studiare, colpendoli violentemente con calci e pugni, utilizzando addirittura un tirapugni. Fortunatamente alcuni uomini della Polizia a cavallo, allertati dagli stessi ragazzi aggrediti, dopo un giro di perlustrazione hanno identificato i delinquenti assicurandoli alla giustizia, i quali adesso dovranno rispondere dell’accusa di tentata rapina aggravata, lesioni personali e detenzione di oggetti atti ad offendere. Il sentimento che prevale in uno dei giovani aggrediti è quello della paura, ed è facile capirne il perché dalle dichiarazioni rilasciate al Mattino: “Ho subito un trauma facciale ed una lesione alla parete destra addominale, oltre ad uno stato d’ansia reattivo. Il mio amico invece è stato colpito violentemente ad una gamba ed anche lui è ancora sotto choc. Ci continuavano a spingere a calci e pugni cercando di isolarci. Uno di loro ha cacciato il tirapugni e con quello ci ha colpiti diverse volte. Abbiamo cercato di scappare e solo il passaggio di un’auto,che loro pensavano fosse della Polizia, li ha messi in fuga. Adesso abbiamo paura e come noi le ragazze che erano in nostra compagnia. Fortunatamente dopo aver avvisato le forze dell’ordine i nostri aggressori sono stati individuati ed assicurati alla giustizia”.

 

di Vincenzo Persico