Input your search keywords and press Enter.

Festa della Primavera. A Nola attesi camperisti da tutta Italia

Sarà la città di Nola ad ospitare la III edizione della “Festa della primavera” riservata ai camperisti di Italia. L’evento, in programma dal 28 al 30 marzo che vedrà la presenza in città di oltre sessanta camperisti provenienti dal centro – sud Italia, in particolare dalla Campania, Puglia, Lazio, Calabria e Sicilia, sarà presentato in anteprima domani, domenica 23 marzo, in piazza Duomo con l’esposizione dalle 9 alle 13 di alcuni dei camper che il prossimo weekend faranno tappa a Nola.

Ricco ed articolato il programma, stilato dall’assessorato ai beni culturali, che prevede per gli ospiti visite guidate ai siti di maggior interesse dell’area nolana come il museo archeologico cittadino ed il complesso museale delle basiliche paleocristiane di Cimitile. Una tre giorni interamente dedicata all’arte, alla cultura, alla bellezza del patrimonio storico – artistico della città alla riscoperta di Nola e dei suoi tesori. Un’iniziativa unica nel suo genere che, per la prima volta, farà tappa a Nola. Individuata anche un’area parcheggio attrezzata e gratuita per i camperisti per i quali sono stati organizzati dei percorsi guidati con il supporto dell’associazione Meridies.

“Un’ottima occasione per scoprire l’incredibile patrimonio che caratterizza la nostra città – ha dichiarato l’assessore ai beni culturali, Cinzia Trinchese –. Ringrazio Tecnocamper per aver scelto Nola per questa III edizione della festa della primavera ed in particolare Raffaele Cirillo con il quale si è da subito creata la giusta sinergia per l’organizzazione del programma. Centinaia di turisti animeranno la nostra città nel prossimo weekend, per i quali abbiamo messo su un programma mirato. Tante le sorprese e tra queste, anche i chilometri saranno premiati. Infatti, per il turista che avrà percorso più chilometri per raggiungere Nola in palio ci sarà un premio. Un’occasione imperdibile per promuovere l’immagine del territorio e, nel contempo, creare indotto economico”.

“Un nuovo modo di fare turismo culturale in rete – ha dichiarato il sindaco Geremia Biancardi –. Tutto ciò significa fare sistema valorizzando le nostre eccellenze, proponendo un’offerta turistica sostenibile e di qualità. Turismo e cultura: questo il  binomio vincente”.