Input your search keywords and press Enter.

Festa dei Gigli di Nola: nel segno della solidarietà il primo anniversario del sigillo Unesco

Il 3 dicembre del 2013 la festa dei Gigli di Nola, insieme con la rete delle grandi macchine a spalla italiane, riceveva ed otteneva l’iscrizione nella lista rappresentativa del patrimonio culturale immateriale dell’umanità. Ad un anno dal prestigioso riconoscimento targato Unesco si festeggia all’insegna della solidarietà. La fondazione “Festa dei Gigli” e l’assessorato ai beni ed alle attività culturali hanno organizzato per sabato 6 dicembre la “Giornata della Festa di Solidarietà”. Un momento celebrativo che coniuga folklore, musica, arte e tradizione nel segno dei valori legati al culto di san Paolino. A fare da teatro alla kermesse saranno le principali piazze della città. Piazza Duomo, piazza Immacolata e piazza Principe Umberto: dalle 16,30 alle 22 si animeranno con iniziative che coinvolgeranno associazioni, botteghe artigiane e fanfare nolane. Predisposte inoltre tre postazioni per la raccolta di fondi da destinare, attraverso la Caritas diocesana, alla mensa fraterna ed alle famiglie in difficoltà. A fare da cornice agli eventi tre maxi schermi dove saranno proiettate immagini di repertorio della Festa Eterna.

“La Fondazione Festa dei Gigli ha inteso dedicare il primo anniversario del riconoscimento Unesco al tema della solidarietà che, con quello della partecipazione, rappresenta elementi che caratterizzano la vita e la figura di Paolino in onore del quale la festa dei gigli viene celebrata ogni anno. Solidarietà e partecipazione, del resto – ha dichiarato il presidente dell’organismo, Raffaele Soprano – costituiscono elementi fondanti ed inscindibili anche della spettacolare processione dei gigli dove, in unico ed appassionato afflato, si fondono insieme tutti i cullatori e con essi il capo-paranza. Il binomio solidarietà e partecipazione caratterizza infine anche l’operato della fondazione e ciò sin dal primo giorno della sua attività, sempre tesa alla ricerca del coinvolgimento delle associazioni, dei gruppi, del singolo insieme ai quali realizzare quel grande progetto di recupero della tradizione e promozione della festa nel mondo”.

“Guardare al futuro ed ai nuovi traguardi delle nostre importanti tradizioni culturali senza perdere di vista le solide radici che – ha evidenziato il sindaco Geremia Biancardi – hanno consentito alla nostra secolare festa di diventare un evento dalla portata internazionale. Questo il principio che ha ispirato anche l’organizzazione dei prossimi appuntamenti”.

“Un momento importante per Nola che, lo scorso anno, proprio in questi giorni, ha visto realizzare il suo sogno. Un traguardo prestigioso – ha dichiarato l’assessore ai beni culturali, Cinzia Trinchese – frutto della sinergia tra istituzioni e comunità, che ha proiettato i nostri meravigliosi Gigli in circuiti internazionali. Un punto di partenza per Nola e non di arrivo. Tante infatti le iniziative in programma a tutela del brand Unesco per la cui salvaguardia il prossimo 16 dicembre siamo stati chiamati a Roma per l’insediamento ufficiale del tavolo tecnico scientifico con la partecipazione di tutti i soggetti interessati. In questa fase cruciale è fondamentale fare rete creando una seria ed attenta programmazione per la promozione futura della kermesse in palcoscenici sempre più rappresentativi e di qualità”.

“Quando le occasioni di festa vivono al loro interno la logica della sussidiarietà e della solidarietà, allora veramente si crea un circolo virtuoso, in questa occasione di Festa che è data dal primo anniversario del sigillo Unesco dato alle macchine da Festa per i Gigli in onore di San Paolino si è voluto vivere questo connubio – ha dichiarato don Lino D’Onofrio in rappresentanza della curia vescovile – il servizio reso dalla Caritas e dai volontari per il servizio Mensa di fraternità che al suo interno prevede anche il servizio doccia, l’assistenza giuridica, il servizio minimo di ambulatorio e infermeria, si apre alla collaborazione di ogni cittadino di buona volontà che, col semplice gesto di riconoscenza a quanto gli viene donato, contribuisce al senso dell’accoglienza verso gli ultimi che scorre nel sangue santo di questa città. Il segno del far festa insieme, senza dimenticare nessuno, è indicativo di una città attenta al valore della dignità della persona e incarna gli ideali del Santo patrono Paolino che restò sempre aperto all’accoglienza dei pellegrini e dei poveri che a lui si presentavano. Sono felice che l’adesione di tante associazioni e organismi, invitati dalla Fondazione Festa dei Gigli e dall’assessorato del Comune ai beni culturali a fare corpo insieme, promuova una cultura all’accoglienza e alla solidarietà: ancora una volta il volto bello della nostra gente ha la possibilità di farsi conoscere ed essere conosciuto”.

PROGRAMMA:

Ore 16,30 – piazza Duomo: Inaugurazione del presepe artistico alla presenza di S.E. Beniamino Depalma, realizzato dalle botteghe cartapestaie nolane B&B, Nal, Scotta ed Antica Bottega Tudisco.

Ore 17 – piazza Duomo: “Fiato alle trombe”, breve esibizione delle tre divisioni musicali nolane che si dirigeranno verso i rispettivi punti di raccolta fondi. Inaugurazione mostra fotografica a cura dell’associazione Contea Nolana.

Ore 17 – piazza Immacolata: Inaugurazione spazio dedicato ai bambini a cura dell’associazione Nuvla.

Ore 17,30 – piazza P. Umberto: Dimostrazione della lavorazione della cartapesta a cura dell’associazione Officina dell’Arte.

Ore 17,30 – corso T. Vitale: Inaugurazione spazio espositivo “rivestimenti storici dei Gigli” ad opera di Antica Bottega Tudisco.

Ore 17,30 – piazza Immacolata: Inizio percorso guidato “Da Paolino alla Caritas” a cura dell’associazione Meridies.

Ore 18 – piazza Duomo: Realizzazione “cartolina elettronica auguri natalizi” a cura dell’associazione Nuvla.

Ore 19 – corso T. Vitale: Degustazione di prodotti tipici locali a cura della Pro Loco Nola Città d’Arte.

Ore 20,30 – piazza Immacolata: Serata conviviale a cura dell’ associazione Amici del Marciapiede.

Ore 21 – piazza P. Umberto: Scatta “un Selfie per Nola” a cura dell’associazione We Smile.

Ore 22 – piazza Duomo: Chiusura evento con esibizione delle tre divisioni musicali nolane.

(Comunicato Stampa)