Input your search keywords and press Enter.

Vittorio Felitri abbandona l’Ordine dei Giornalisti

Vittorio Feltri, direttore editoriale di Libero, ha dato le sue dimissioni dall’Ordine dei Giornalisti, requisito fondamentale per poter esercitare la professione giornalistica in Italia. Ad annunciarlo è stato il quotidiano Il Giornale, diretto invece da Alessandro Sallusti. “Dopo cinquant’anni di carriera si è dimesso dall’Ordine rinunciando a titoli e posti di comando nei giornali, compreso nel suo Libero (lo fondò nel 2000). Perché lo abbia fatto lo spiegherà lui – ha scritto Sallusti in prima pagina – ma io immagino che sia una scelta dolorosa per sottrarsi una volta per tutte all’accanimento con cui da anni l’Ordine dei giornalisti cerca di imbavagliarlo e limitarne la libertà di pensiero a colpi di processi disciplinari per presunti reati di opinione e continue minacce di sospensione e radiazione“. Feltri, assieme a Mario Giordano, è stato rinviato a giudizio per il Consiglio Disciplinare dell’Ordine (oltre ad aver ricevuto una querela) per delle frasi discriminatorie contro i meridionali. Feltri, inoltre, lo si deve ricordare per una questione pratica, non è direttore responsabile (ruolo che è invece di Pietro Senaldi), bensì editoriale, e in un quotidiano è il direttore responsabile a rispondere di tutti gli illeciti giornalistici; Feltri quindi, nonostante i titoloni spesso criticati, può rispondere solo delle sue parole e non di tutto ciò che viene scritto sul giornale da lui fondato.