Input your search keywords and press Enter.

Elezioni Nola: ecco le proposte dei sindaci per la Cultura e il Turismo

Pochi giorni alle elezioni amministrative del Comune di Nola. Il 26 maggio i cittadini nolani saranno chiamati ad eleggere il sindaco tra i tre candidati: Giuseppe Tudisco, Gaetano Minieri e Cinzia Trinchese. Andiamo a vedere, nel dettaglio, le loro proposte per incrementare il turismo e le iniziative in ambito culturale. Per quanto riguarda la Festa dei Gigli non ne parleremo poiché affronteremo il tema in un altro focus.

GAETANO MINIERI – COALIZIONE DI LISTE CIVICHE

Il programma elettorale di Gaetano Minieri si basa su una visione di insieme e di internazionalizzazione del patrimonio culturale e turistico della città di Nola. In particolare, si vuole: affidare ad un’agenzia di marketing la cura dell’immagine del patrimonio culturale e turistico, da individuare tramite concorso pubblico e coinvolgendo anche imprese turistiche locali; aumentare la presenza istituzionale del Comune alle maggiori fiere ed eventi dedicati agli operatori del Turismo; creare un cartellone unico degli eventi, per il cui bollettino pubblicitario si farà carico il Comune; realizzare una biblioteca comunale nella Chiesa di Santa Chiara; rilanciare la Fondazione Giordano Bruno, partendo dalla consolidata base del Certame Bruniano e aggiungendo un festival della filosofia ad esso collegato; puntare sul nuovo progetto della “Primavera nolana che, anticipando il Giugno Nolano, accompagnarà il risveglio della città dopo l’inverno con una serie di attività di intrattenimento/culturali/sportive rivolte a tutti i cittadini, anche attraverso un’opera di abbellimento della città con il verde e, inoltre, promuovendo una fiera florovivaistica e la passeggiata delle delizie, ovvero lo “Street Cake and Flower“.

GIUSEPPE TUDISCO – MOVIMENTO 5 STELLE

Il Movimento 5 Stelle nolano punta molto sulla cultura come fase di coinvolgimento della cittadinanza. In particolare, i pentastellati propongono: la creazione di biblioteche comunali con sala polifunzionale informatizzata, trasformandole anche in luogo di scambio di libri usati e testi scolastici; organizzare cineforum, oltre ad un festival della cultura, arti e gastronomia finalizzato alla riscoperta ed alla enfatizzazione della storia nolana e dei suoi personaggi; valorizzazione del Certame Bruniano e creazione di una “Area Bruniana”, di concerto con il Museo Archeologico di Nola; sviluppo e potenziamento del progetto PAVNPasseggiate archeologiche Vesuviano Nolane – ovvero un progetto nato nel 2017 e finalizzato alla tutela ed alla valorizzazione dei siti storici ed archeologici presenti sul territorio nolano; incremento di manifestazioni culturali; spazio per writers ed artisti locali, individuando delle aree in cui dare spazio alle arti visive metropolitane ed agli artisti locali; assegnazione premi a studenti meritevoli; servizi extrascolastici, quali intrattenimento in orario precedente e successivo alla conclusione delle attività; supporto nell’inserimento linguistico dei bambini stranieri; la “TuteroCard”: una carta dal costo modico (massimo 8 euro) che darà ai possessori il diritto al ritiro di una serie di omaggi, tra i quali uno zainetto da ritirare presso gli stand “TuteroCard”, oltre ad una serie di degustazioni presso gli esercizi convenzionati e di sconti ed agevolazioni per tutto il periodo della festa patronale; avviare un dialogo con i Tour Operator e con le Istituzioni per creare un percorso turistico integrato per i siti di interesse storico, artistico e paesaggistico.

CINZIA TRINCHESE – COALIZIONE DI LISTE CIVICHE E PARTITI DI CENTRO DESTRA (LEGA E FORZA ITALIA)

Il programma di Cinzia Trinchese, come era prevedibile, punta molto sulla cultura. Ecco quindi i progetti del programma: spostamento del planisfero cittadino per ammirare le stelle, dal colle di Cicala lo si vorrebbe spostare nell’ex edificio delle Carceri; creazione di un museo civico multimediale sulla storia della città di Nola; rimodernamento della biblioteca comunale con nuove tecnologie e abbattimento delle barriere architettoniche; installazione di un punto di accoglienza turistica nella zona del mercato ortofrutticolo; continuare il progetto di Ager Nolanus che, sotto un organismo sovracomunale e indipendente, raccoglie i comuni del Distretto Turistico e del Polo Turistico Locale; incentivare le arti metropolitane, (visive, digitali e fotografiche) nelle zone periferiche e popolari della città, sulla scorta di quello accaduto nella zona di Napoli Est.