Input your search keywords and press Enter.

Economia: il PIL italiano crescerà dell1,3% secondo l’FMI. In ribasso l’economia cinese, in rialzo quella indiana

La situazione economica globale non è delle più rosee, le borse mondiali si trovano ad affrontare incertezza e volatilità. A confermare questa tendenza è il Fondo Monetario Internazionale nella revisione di Gennaio del World Economic Outlook; il Pil mondiale infatti subirà un rialzo del 3,4% nel 2016, -0,2 rispetto ad Ottobre,e 3,6% nel 2017, -0,2 rispetto al Weo dell’autunno. A pesare maggiormente su questo rallentamento concorrono diversi fattori, come il prezzo molto basso delle materie prime (greggio su tutte), l’uscita dalle misure monetarie non convenzionali negli Usa, il rallentamento dell’economia cinese (cresciuta del 6,9% nel 2015 con stime in ribasso per i successivi due anni, 6,3% nel 2016 e 6,0% nel 2017) e le diverse tensioni geopolitiche. Confermate le stime per l’India che vedrà una crescita del 7,5% nel 2016 e 2017, mentre l’economia Russa si contrarrà più del previsto con un calo del 1,0% nel 2016, per tornare a crescere nel 2017; il Fondo taglia anche le previsioni per gli Stati Uniti, che cresceranno del 2,6% nel 2016, -0,2 punti percentuali e del 2,6% nel 2017, -0,2% punti percentuali. Situazione diversa per l’Italia per la quale l’Fmi prevede una crescita del 1,3% nel 2016 e 1,2% nel 2017 (stime in rialzo rispetto allo 0.8% fatto segnare nel 2015); tutto grazie, spiega sempre l’Fmi, alle riforme avviate dal nostro Paese e ad un processo di ripresa che, seppur lento, appare solido.

di Vincenzo Persico