Input your search keywords and press Enter.

Il governatore De Luca risulta indagato per la gestione dei suoi autisti

Il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, è indagato dalla Procura di Napoli con l’ipotesi accusatoria di abuso e truffa. Lo rivela La Repubblica, il governatore sarebbe indagato per alcuni ruoli assegnati a parte dello staff. In particolare, secondo quanto trapelato, si pensa che 4 vigili urbani di Salerno sarebbero stati trasferiti in Regione diventando membri dello staff con ruolo di addetti o responsabili di segreteria dopo che proprio il presidente aveva lasciato la carica di sindaco di Salerno per diventare governatore della Campania. Ai quattro ad oggi non è escluso che mancherebbero requisiti necessari per la promozione che però, secondo quanto ricostruito da Repubblica, avrebbe consentito ai quattro un innalzamento della retribuzione. Nessun provvedimento per ora per i quattro vigili, mentre il governatore è stato già ascoltato ed ha scelto di rispondere a tutte le domande dando la sua versione dei fatti. Questo il commento a caldo di Vincenzo De Luca:

Si apprende della tempestiva scoperta che da tre anni è aperta una indagine sull’organizzazione dell’Ufficio di segreteria del Presidente della Regione Campania. L’indagine – dovuta – è partita da un esposto di un ex assessore regionale (ex Forza Italia, ora leghista) che mentre era assessore si faceva dare incarichi per centinaia di migliaia di euro dall’azienda regionale dei trasporti EAV (indagate, indagate…). L’indagine triennale verte su questo interrogativo: gli autisti che a turno accompagnano il Presidente della Regione, erano solo autisti o facevano anche lavoro di segreteria? Nel frattempo si comunica che l’organizzazione dell’Ufficio di segreteria della Presidenza attuale, rispetto a quella precedente, ha comportato un risparmio di 84.000 euro l’anno. Buon lavoro a tutti.