Input your search keywords and press Enter.

Coronavirus: 5 film da vedere in periodo di quarantena

La quarantena di questi giorni ci divide, ma allo stesso tempo ci unisce tutti. Chiusi in casa, con la primavera alle porte, rischiamo davvero di prenderla male. Eppure, ci dicono i medici, per superare il momento bisogna sforzarsi di rimanere positivi. Distrarsi. Impegnarsi in qualcosa. Nella visione di un buon film, ad esempio. E allora ecco 5 consigli cinefili per affrontare questi “inediti” giorni di reclusione:

1 – CONTAGION (2011)

Il “profetico” film scritto da Scott Z. Burns e diretto da Steven Soderbergh diventa, a quasi dieci anni dall’uscita, il titolo del momento, almeno a giudicare dalla mole di visualizzazioni. È la storia, per l’appunto, di un “contagio” che uccide 26 milioni di persone in tutto il mondo, uno scenario che ricorda da vicino il momento drammatico che il pianeta si trova a vivere. Eppure, commenta Edgar Wright, regista e sceneggiatore britannico, la pellicola di Soderbergh non trasmette solo sentimenti negativi di paura e isterismo, tutt’altro: «È un buon film da guardare in questo momento: benché sia cupo e faccia riflettere, alla fine offre un barlume di speranza». E comunque il cast vale da solo la visione: Marion Cotillard, Matt Damon, Laurence Fishburne, Jude Law, Gwyneth Paltrow, Kate Winslet, Bryan Cranston… Niente male, vero?

2 – HARRY, TI PRESENTO SALLY (1989)

Dopo un film drammatico, eccone uno decisamente più leggero, l’intramontabile commedia sentimentale di Rob Reiner che racconta di una storia di amicizia, quella tra Harry Burns (Billy Crystal) e Sally Albright (Meg Ryan), che lentamente matura in amore. Un film perfetto per staccare la mente e tornare a sorridere e ad emozionarci in questi durissimi giorni di quarantena. E poi contiene la celebre scena dell’orgasmo simulato da Meg Ryan…

3 – QUEI BRAVI RAGAZZI (1990)

Goodfellas non ha bisogno di raccomandazioni, basta leggere il nome del regista, quel Martin Scorsese che è sempre una garanzia. Si tratta di una storia di mafia, ma narrata da un punto di vista unico e originalissimo. Vi avvertiamo: produce dipendenza. Dopo la visione, probabilmente vorrete recuperare anche gli altri due grandi gangster movie di Scorsese — Casinò (1995) e il recentissimo The Irishman (2019) — il che non è affatto una cattiva idea. Dateci ascolto. Non ve ne pentirete.

4 – MAD MAX: FURY ROAD (2015)

In un periodo sedentario come non mai, l’adrenalinico Mad Mad: Fury Road del maestro George Miller appagherà per un paio d’ore il vostro desiderio d’azione e d’avventura. Reboot della famosa trilogia cult con Mel Gibson incentrata sul personaggio di Mad Max Interceptor (1979), Interceptor – Il guerriero della strada (1981), Mad Max oltre la sfera del tuono (1985) — il film di Miller è un passaggio obbligato per qualunque amante del cinema action. Come avete detto? Non avete visto la trilogia originale? Be’, questa è l’occasione giusta per recuperarla. Senza se e senza ma.

5 – IL DORMIGLIONE (1973)

Woody Allen prima maniera, perché abbiamo bisogno di ridere. Sleeper racconta la storia di Miles Monroe, clarinettista jazz e proprietario di un ristorante vegetariano, che si risveglia dall’ibernazione duecento anni dopo ritrovandosi in un mondo completamente stravolto. Irriverente, divertentissimo, inimitabile come tutti i migliori lavori dell’occhialuto regista newyorchese. Se volete saperne di più, ecco il link alla nostra recensione: “Il dormiglione”: il futuro secondo Woody Allen. Buona visione e “buona quarantena” a tutti.

Felice Sangermano

Classe 1986, appassionato di cinema e letteratura. Freelance blogger e scrittore. Autore preferito: Louis-Ferdinand Cèline. "Sono un po' più allegro di lui però" dice lui.