Input your search keywords and press Enter.

Agro Nolano, coronavirus: il bollettino del 7 aprile

Ecco le notizie sul territorio dell’Agro Nolano riguardo i casi attestati di positività e le operazioni messe in atto dalle amministrazioni. I dati dipendono dalle comunicazioni rilasciate dai canali ufficiali amministrativi o sanitari. Per casi positivi intendiamo tutti quelli riscontrati, considerando anche i decessi e le guarigioni. Inoltre, sottolineiamo che sono i presenti casi sono considerati in base al luogo di domicilio e di quarantena che può non sempre coincidere con quello di residenza.

  • 14 i casi a Nola, di cui 9 positivi ancora malati (tra cui anche il dottor Luigi Caliendo, primario del reparto di Cardiologia dell’ospedale di Nola), 2 guariti e 3 decessi.
  • 6 i casi a Marigliano, tra cui 1 decesso e 2 guariti. Il sindaco ha inoltre disposto la chiusura per tutte le attività commerciali comprese quelle alimentari nel giorno del 12 aprile (Pasqua) e 13 aprile, ad eccezione delle farmacie e parafarmacie.
  • 5 casi a Palma Campania, di cui 1 guarito. Il sindaco Nello Donnarumma ha firmato un’altra ordinanza di quarantena precauzionale per un cittadino che ha violato le disposizioni. Per evitare assembramenti, sono disponibili anche 6 numeri di telefono per chiedere i buoni spesa, ovvero 0818207455 – 0818207439 – 081820749 – 0818207438 – 0818207431.
  • 5 i casi a Cimitile, tra cui 1 gurito. L’amministrazione ha comunicato di aver già consegnato i buoni spesa da 50, 100 e 150 euro a 160 famiglie, così come più ci 100 pacchi alimentari grazie al progetto “Cimitile Solidale”.
  • 4 i casi a Camposano, tra cui 1 decesso (risultato positivo post mortem). Il sindaco ha inoltre firmato diverse ordinanze di quarantene, una per la famiglia di uno dei positivi, una per un cittadino che ha violato le disposizioni ed un’altra per un cittadino tornato da Civitavecchia. Annunciate le attività che hanno aderito alla convenzione per accettare i buoni spesa (sono 7), ovvero i supermercati LIDL, Piccolo e Ragozzino, oltre alle salumerie De Luca, Sirignano, Fantasia delle Carni e la sanitaria Farma Elite.
  • 4 casi sul territorio di Cicciano. Il bilancio è di 2 morti, entrambi deceduti durante il ricovero in ospedale, da precisare invece che gli altri 2 cittadini residenti attualmente positivi sono residenti a Nola e Tufino ma domiciliati a Cicciano, dove stanno anche continuando la quarantena. Pubblicate le attività che hanno aderito alla convenzione per accettare i buoni spesa (sono 10), ovvero Alimentar Market, Antica Salumeria Ferrara, SISA, Casoria Salvatore & Co., Conad Bernardo, Fior di Gas, La Botte d’Oro, Macelleria Peppe Cecom, Pescheria Fusco, Polleria Galluccio.
  • 2 i casi a Roccarainola, tra cui 1 guarito ed 1 in fase di guarigione.
  • 2 i casi di positività anche a Saviano, tra cui 1 decesso di un signore 80enne già gravemente malato e risultato positivo post mortem. Ricoverato ancora al Moscati il sindaco Carmine Sommese, le cui condizioni restano stazionarie. L’amministrazione ha inoltre disposto la chiusura degli uffici comunali di pomeriggio martedì e giovedì e modificato gli orari di apertura (dalle 8 alle 15 dal lunedì al venerdì).
  • 1 caso a Scisciano.
  • 1 caso di positività a San Vitaliano, ovvero il medico sciscianese ma domiciliato nella città sanvitalianese Eduardo Nava, direttore del dipartimento di Farmacologia all’ospedale di Nola. Il Comune ha inoltre previsto l’acquisto di 5000 mascherine per i cittadini.
  • 1 caso, ovvero il dottor Nicola Marrone dell’ASL di Gargani, e 3 quarantene a Tufino. L’amministrazione ha ringraziato l’azienda dolciaria nolana “Volpicelli” per aver regalato uova pasquali ai cittadini e l’azienda di cosmetici Aphros per aver regalato igienizzanti.
  • 1 caso a Visciano, in via di guarigione.
  • 1 caso a San Paolo Bel Sito, ovvero una dipendente dell’ASL di Roccarainola che però era già da tempo in autoquarantena visti i suoi contatti con il dottor Nicola Marrone, anch’egli positivo accertato da giorni. Prevista una nuova disinfezione delle strade, grazie anche alla collaborazione di mezzi privati e volontari cittadini, prevista per l’8 aprile a partire dalle 19.
  • Nessun caso a Casamarciano. Nuove disposizioni di sicurezza del sindaco Manzi rivolte agli esercenti commerciali, ovvero obbligo dell’uso della mascherina (così come per i clienti) e del rispetto della distanza interpersonale dei 2 metri nelle file. Proprio in relazione a questa nuova ordinanza, il sindaco ha voluto smentire notizie di contagi nello staff del supermercato Minieri Maxisidis, i cui titolari si erano interessati all’acquisto di materiale sanitario solo per adeguarsi alle nuove regole imposte dall’amministrazione.
  • Nessun caso a Comiziano.
  • Nessun caso a Mariglianella.
  • Nessun caso a Liveri. I volontari hanno consegnato in mattinata le uova pasquali ai bambini del paese, mentre il primo cittadino Coppola ha voluto ringraziare il sindaco di Nola, Gaetano Minieri, per aver regalato dolci pasquali ai piccoli della cittadina, così come la ditta Delle Donne Costruzioni per la donazione di decine di colombe pasquali.
  • Nessun caso a Carbonara di Nola. L’amministrazione ha disposto la chiusura delle attività commerciali nel giorno di Pasqua (12 aprile) e comunicato le modalità per richiedere, entro le 14 del 13 aprile, i buoni spesa, ovvero inviando richiesta alla mail carbonaradinola.prot@pec.it o, in via eccezionale, consegnandola di persona agli uffici comunali. Il sindaco Iannicelli ha inoltre predisposto la chiusura degli esercizi commerciali nel giorno di Pasqua (12 aprile) e firmato un’ordinanza di quarantena per un cittadino che aveva violato le disposizioni comunali.

Comincia la discesa della curva dei contagi in Italia, oggi i nuovi positivi sono 880 (numero più basso da un mese a queste parte). In Campania i positivi salgono a 3268 su 27784 tamponi effettuati (in giornata 120 su 2005), tra cui 216 morti e 167 guariti.