Input your search keywords and press Enter.

Coronavirus: a San Giuseppe Vesuviano obbligo di mascherina h24 anche all’aperto

A San Giuseppe Vesuviano la mascherina torna obbligatoria anche all’aperto e a tutte le ore. Nel Comune vesuviano, dove si contano 31 casi di coronavirus, è obbligatorio dal 31 agosto sull’intero territorio comunale l’uso di mascherine anche all’aperto, negli spazi di pertinenza dei luoghi e locali aperti al pubblico, nonché negli spazi pubblici (piazze, slarghi, vie, parchi) laddove per la natura, idoneità e caratteristiche fisiche di detti luoghi sia più agevole il formarsi di assembramenti anche di natura spontanea e/o occasionale, come fermate di mezzi pubblici, spazi antistanti esercizi commerciali, esercizi pubblici di somministrazione o uffici pubblici o di interesse pubblico. La decisione è stata decretata da un’apposita ordinanza del sindaco Vincenzo Catapano, in passato anche lui risultato positivo al coronavirus.

Nell’ordinanza viene chiarito che possono essere utilizzate mascherine di comunità, ovvero mascherine monouso o mascherine lavabili, anche autoprodotte, in materiali multistrato idonei a fornire una adeguata barriera e, al contempo, che garantiscano comfort e respirabilità, forma e aderenza adeguate che permettano di coprire dal mento al di sopra del naso. L‘utilizzo delle mascherine di comunità si aggiunge alle altre misure di protezione finalizzate alla riduzione del contagio (come il distanziamento fisico e l’igiene costante e accurata delle mani) che restano invariate e prioritarie. Sono esclusi da detto obbligo i bambini di età inferiore ai sei anni e le persone affette da disabilità e patologie incompatibili con l’uso continuativo della mascherina, ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti.

Viene inoltre raccomandato: agli appartenenti al medesimo nucleo familiare conviventi dei soggetti risultati positivi al Covid—19 di contattare il Dipartimento di prevenzione della ASL di appartenenza al line di sottoporsi a test sierologico e/o tampone e di osservare l’isolamento fiduciario tino ai relativi esiti e comunque per un periodo non inferiore a 14 giorni, a tutela della propria salute e della incolumità dei propri parenti e conoscenti; a tutti i cittadini residenti o domiciliati nel Comune a San Giuseppe Vesuviano che facciano rientro da luoghi di villeggiatura ubicati in altre Regioni e che siano in grado di indicare di aver frequentato luoghi affollati con eventuali probabili contatti con soggetti risultati positivi al Covid— 19, di segnalare tale circostanza al Dipartimento di prevenzione della ASL di appartenenza mediante comunicazione del proprio medico di base al fine di sottoporsi a test sierologico e/o tampone.

Agli esercenti attività nel settore della ristorazione e bar viene raccomandato di osservare scrupolosamente le misure contenute nel protocollo di sicurezza e favorire l’utilizzo di tovaglie monouso o sostituirle per ogni cliente: evitare la somministrazione di aperitivi con piatti condivisi privilegiando le monoporzioni, sul banco è bene favorire la messa a disposizione di prodotti monouso preferibilmente biodegradabili; eliminare modalità di servizio a buffet o similari; adottare menù digitali oppure altri meccanismi informatici da inviare anche sui dispositivi dei clienti (nel caso di utilizzo di menù tradizionali questi dovranno necessariamente essere plastificati e igienizzati dopo ogni utilizzo); dovranno essere privilegiati condimenti in contenitori monouso o laddove non fosse possibile sanificare i contenitori ad ogni utilizzo; l’ingresso ai locali deve essere regolamentato da personale addetto che contingenterà l’accesso evitando assembramenti interni e in corrispondenza dell’ingresso verificando che i clienti indossino le mascherine; dovrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l’accesso in caso di temperatura > 37,5 °C e, nei pressi dell’ingresso, posizionare dispenser con gel igienizzanti per la pulizia delle mani dei clienti (preferire dispenser automatici a quelli manuali).