Input your search keywords and press Enter.

Napoli: tamponi direttamente a Capodichino per chi torna dall’estero

Non ci sono parole per censurare comportamenti di incredibile superficialità che sono alla base dei nuovi contagi causati dai rientri da vacanze all’estero, in particolare da Malta, Grecia, Ucraina, Croazia, Spagna. La convivenza civile comporta doveri di responsabilità ineludibili, per se stessi, per le proprie famiglie e per la comunità. È intollerabile la totale indifferenza a questi doveri. Tanto più nel momento in cui vengono colpiti centinaia di concittadini al di sotto dei 35 anni e alla vigilia dell’apertura dell’anno scolastico“. Ad affermarlo è stato il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che ha analizzato la preoccupante situazione epidemica in regione puntando il dito contro i rientri dall’estero. Il governatore attacca quei cittadini che non rispettano le regole: un giovane di un Comune del casertano, ad esempio, è risultato positivo dopo un viaggio in Grecia e ha indicato solo dopo alcuni giorni gli altri amici della comitiva ma dal contact tracing sono risultati altri ben 15 positivi. Altro esempio lampante arriva dal Salernitano, dove, dopo un viaggio in Spagna, è risultata positiva un’intera famiglia e sono sottoposte a tampone decine di altri familiari e contatti vari avuti dai singoli componenti (al momento 5 positivi). Di conseguenza, partirà a breve l’effettuazione dei tamponi per chi rientra dall’estero anche all’aeroporto di Capodichino. 

Desidero ringraziare le decine di dipendenti delle Asl e il personale sanitario rientrato dalle ferie per contrastare tempestivamente i possibili ulteriori casi di Covid, gli operatori della Napoli 1, dell’Istituto Zooprofilattico che hanno consentito di spegnere sul nascere il focolaio di Sant’Antonio Abate, dove è stata straordinaria la collaborazione dei cittadini e della sindaca, che ringrazioha continuato il presidente De Luca – Senza senso di responsabilità tutto diventa più difficile e grave. La situazione è pienamente sotto controllo ma occorre evitare comportamenti irresponsabili e sbagliati, come ad esempio recarsi nei Pronto Soccorso degli ospedali per sottoporsi a tampone appena rientrati dall’estero, senza considerare il periodo di incubazione del virus. Siamo ovviamente impegnati a fornire i risultati dei tamponi nei tempi più rapidi possibili, tenendo conto del lavoro enorme che si sta facendo. L’impegno continua senza sosta, come è stato per l’intero mese di agosto. Ritengo doveroso infine – ha concluso De Luca – invitare i nostri concittadini ad evitare viaggi all’estero eventualmente già programmati“.