Input your search keywords and press Enter.

Coronavirus, Agro Nolano: il bollettino del 22 aprile

Ecco le notizie sul territorio dell’Agro Nolano riguardo i casi attestati di positività e le operazioni messe in atto dalle amministrazioni. I dati dipendono dalle comunicazioni rilasciate dai canali ufficiali amministrativi o sanitari. Per casi positivi intendiamo tutti quelli riscontrati, considerando anche i decessi e le guarigioni. Inoltre, sottolineiamo che sono i presenti casi sono considerati in base al luogo di domicilio e di quarantena che può non sempre coincidere con quello di residenza.

  • 22 i casi a Nola, tra cui 10 guariti e 5 decessi, positivo ma anche guarito il primario dell’ospedale di Nola, il dottor Luigi Caliendo. Online sul sito il bando per la seconda tranche dell’erogazioni di buoni spesa.
  • 8 i casi a Marigliano, tra cui 1 decesso e 2 guariti, ma anche gli altri sono tutti in via di guarigione e si attendono le ufficialità. Approvata la graduatoria dei beneficiari per una nuova distribuzione di buoni spesa, annunciata la chiusura delle attività commerciali (escluse le farmacie) nei giorni del 25 aprile e 1 maggio.
  • 7 i casi a Palma Campania, di cui 5 guariti. Il sindaco Donnarumma ha comunicato la chiusura per i giorni 1 maggio e 25 aprile delle attività commerciali, come da disposizione regionale. Buone notizie dal Loreto Mare, il ragazzo ricoverato in terapia intensiva potrebbe presto abbandonare il respiratore artificiale.
  • 5 i casi a Cimitile, anche qui nel bilancio si conta 1 guarito.
  • 5 i casi per quanto riguarda Cicciano. Il bilancio dei decessi è di 2, entrambi deceduti in strutture ospedaliere e probabilmente contagiati durante il ricovero; da precisare invece che gli altri 3 cittadini positivi non sono residenti ma domiciliati a Cicciano, tra essi 2 sono guariti ed uno è in fase di guarigione. Il sindaco ha assicurato che non c’è stato nessun contatto tra i positivi ed altri cittadini.
  • 5 i casi a Camposano, tra cui 1 morto (risultato positivo post mortem) e 2 guariti. Il sindaco ha firmato 1 ordinanza di quarantena fiduciaria per un cittadino.
  • 4 casi di positività a Tufino, tra cui il dottor Nicola Marrone dell’ASL di Gargani, 28 invece le quarantene attive.
  • 3 i casi di positività a Saviano, tra cui 1 guarito e 2 decessi, ovvero un signore 80enne già gravemente malato e risultato positivo post mortem ed il sindaco Carmine Sommese.
  • 2 i casi a Roccarainola, di cui 1 guarito.
  • 1 caso a Scisciano, di cui però è stata annunciata anche la guarigione. L’amministrazione ha comunicato la chiusura delle attività commerciali il giorno 25 aprile, il 26 aprile e l’1 maggio. Firmate dal sindaco 2 ordinanze di quarantena precauzionale per altrettanti cittadini che hanno violato le disposizioni dell’Autorità.
  • 1 caso di positività (pienamente guarito) a San Vitaliano, ovvero il dottor Eduardo Nava, direttore del dipartimento di Farmacologia all’ospedale di Nola. Firmate due ordinanze di quarantena per altrettanti cittadini che hanno violato le disposizioni dell’Autorità.
  • 1 caso a Visciano.
  • 1 caso a San Paolo Bel Sito, ovvero una dipendente dell’ASL di Roccarainola che però era già da tempo in autoquarantena visti i suoi contatti con il dottor Nicola Marrone, anch’egli positivo accertato da giorni.
  • Nessun caso a Casamarciano.
  • Nessun caso a Comiziano, 1 quarantena volontaria.
  • Nessun caso a Mariglianella.
  • Nessun caso a Liveri.
  • Nessun caso a Carbonara di Nola. Firmata un’altra ordinanza di quarantena fiduciaria per un cittadino che ha violato le disposizioni dell’Autorità.

Incremento ancora negativo dei nuovi positivi in tutta Italia, oggi nuovo record di guariti (quasi 3mila). In Campania ad oggi i deceduti risultano essere 327, i positivi invece 4238 su 58324 tamponi effettuati (oggi 53 su 2623). Sul territorio regionale riaprono le librerie e le attività di consegna a domicilio di pizze e similari a partire dal 27 aprile, chiusura delle attività commerciali invece nei giorni festivi.