Input your search keywords and press Enter.

Coronavirus, Agro Nolano: il bollettino del 19 aprile

Ecco le notizie sul territorio dell’Agro Nolano riguardo i casi attestati di positività e le operazioni messe in atto dalle amministrazioni. I dati dipendono dalle comunicazioni rilasciate dai canali ufficiali amministrativi o sanitari. Per casi positivi intendiamo tutti quelli riscontrati, considerando anche i decessi e le guarigioni. Inoltre, sottolineiamo che sono i presenti casi sono considerati in base al luogo di domicilio e di quarantena che può non sempre coincidere con quello di residenza.

  • 21 i casi a Nola, tra cui 6 guariti e 5 decessi, positivo ma anche guarito il primario dell’ospedale di Nola, il dottor Luigi Caliendo. Nessun nuovo aggiornamento dagli organi sanitari.
  • 8 i casi a Marigliano, tra cui 1 decesso e 2 guariti, ma anche gli altri sono tutti in via di guarigione.
  • 6 i casi a Palma Campania, di cui 5 guariti. Un nuovo guarito annunciato in giornata, resta invece in terapia intensiva al Loreto Mare il ragazzo che rappresenta il sesto caso in città e ad oggi unico insistente sul territorio.
  • 5 i casi a Cimitile, anche qui nel bilancio si conta 1 guarito.
  • 5 i casi per quanto riguarda Cicciano. Il bilancio dei decessi è di 2, entrambi deceduti in strutture ospedaliere e probabilmente contagiati durante il ricovero; da precisare invece che gli altri 3 cittadini positivi non sono residenti ma domiciliati a Cicciano, tra essi 2 sono guariti ed uno è in fase di guarigione. Il sindaco ha assicurato che non c’è stato nessun contatto tra i positivi ed altri cittadini.
  • 4 i casi a Camposano, tra cui 1 morto (risultato positivo post mortem) ed 1 guarito.
  • 3 i casi di positività a Saviano, tra cui 1 guarito e 2 decessi, ovvero un signore 80enne già gravemente malato e risultato positivo post mortem ed il sindaco Carmine Sommese deceduto al Moscati di Avellino dopo diversi giorni di ricovero. Il paese, dopo l’assembramento per i funerali del sindaco, è stato posto in quarantena per 7 giorni, in cui saranno attuate diverse iniziative sanitarie per controllare gli effetti di quel raggruppamento incontrollato.
  • 2 i casi a Roccarainola, di cui 1 guarito. L’amministrazione ha ricordato che la cura di orti e terreni privati è consentita anche se essi sono dislocati in comuni diversi, non è consentita però la cura di quelli delle seconde case.
  • 2 casi di positività a Tufino, tra cui il dottor Nicola Marrone dell’ASL di Gargani, 2 invece le quarantene. Conclusa la consegna dei buoni spesa, nella settimana in entrata dovranno essere discussi i criteri per un nuovo bando grazie al quale potranno essere assegnati i rimanenti fondi.
  • 1 caso a Scisciano, di cui però è stata annunciata anche la guarigione.
  • 1 caso di positività (pienamente guarito) a San Vitaliano, ovvero il dottor Eduardo Nava, direttore del dipartimento di Farmacologia all’ospedale di Nola.
  • 1 caso a Visciano.
  • 1 caso a San Paolo Bel Sito, ovvero una dipendente dell’ASL di Roccarainola che però era già da tempo in autoquarantena visti i suoi contatti con il dottor Nicola Marrone, anch’egli positivo accertato da giorni. Altra disinfezione in giornata tra le vie cittadine, a partire dalle ore 19.
  • Nessun caso a Casamarciano.
  • Nessun caso a Comiziano, 1 quarantena volontaria. Il sindaco Nappi ha comunicato che, grazie alle tante donazioni, l’amministrazione potrà dare 2 mascherine a nucleo familiare.
  • Nessun caso a Mariglianella.
  • Nessun caso a Liveri.
  • Nessun caso a Carbonara di Nola.

In Italia secondo giorno consecutivo con morti giornalieri al di sotto dei 500, nuovi casi positivi ancora sotto i 1000 e guariti sopra i 2000. In Campania 304 morti su 4074 positivi (oggi 45 su 1093). Il governatore De Luca ha fatto sapere di star valutando l’apertura anticipata di librerie e attività che consentono cibo da asporto.