Input your search keywords and press Enter.

Coronavirus, Agro Nolano: il bollettino del 18 aprile

Ecco le notizie sul territorio dell’Agro Nolano riguardo i casi attestati di positività e le operazioni messe in atto dalle amministrazioni. I dati dipendono dalle comunicazioni rilasciate dai canali ufficiali amministrativi o sanitari. Per casi positivi intendiamo tutti quelli riscontrati, considerando anche i decessi e le guarigioni. Inoltre, sottolineiamo che sono i presenti casi sono considerati in base al luogo di domicilio e di quarantena che può non sempre coincidere con quello di residenza.

  • 21 i casi a Nola, tra cui 6 guariti e 5 decessi, positivo ma anche guarito il primario dell’ospedale di Nola, il dottor Luigi Caliendo. Oggi all’ospedale di Nola i colleghi del dottor Sommese e il sindaco Minieri, in rappresentanza dei sindaci dell’Agro, hanno salutato il feretro del sindaco savianese, ma la celebrazione non è stata esente da proteste per via dell’assembramento che si sarebbe ugualmente creato.
  • 8 i casi a Marigliano, tra cui 1 decesso e 2 guariti, ma anche gli altri sono tutti in via di guarigione.
  • 6 i casi a Palma Campania, di cui 4 guariti.
  • 5 i casi a Cimitile, anche qui nel bilancio si conta 1 guarito.
  • 5 i casi per quanto riguarda Cicciano. Il bilancio dei decessi è di 2, entrambi deceduti in strutture ospedaliere e probabilmente contagiati durante il ricovero; da precisare invece che gli altri 3 cittadini positivi non sono residenti ma domiciliati a Cicciano, tra essi 2 sono guariti ed uno è in fase di guarigione. Il sindaco ha assicurato che non c’è stato nessun contatto tra i positivi ed altri cittadini.
  • 4 i casi a Camposano, tra cui 1 morto (risultato positivo post mortem) ed 1 guarito.
  • 3 i casi di positività a Saviano, tra cui 1 guarito e 2 decessi, ovvero un signore 80enne già gravemente malato e risultato positivo post mortem ed il sindaco Carmine Sommese deceduto al Moscati di Avellino dopo diversi giorni di ricovero. Ha fatto discutere la celebrazione in onore del sindaco che ha coinvolto molte persone che non hanno rispettato le restrizioni e si sono riversate in strada al passaggio del feretro.
  • 2 i casi a Roccarainola, di cui 1 guarito.
  • 2 casi di positività a Tufino, tra cui il dottor Nicola Marrone dell’ASL di Gargani, 2 invece le quarantene.
  • 1 caso a Scisciano, di cui però è stata annunciata anche la guarigione.
  • 1 caso di positività (pienamente guarito) a San Vitaliano, ovvero il dottor Eduardo Nava, direttore del dipartimento di Farmacologia all’ospedale di Nola. L’amministrazione ha comunicato che in 3 settimane, grazie alla macchina della solidarietà attivata dal Comune con il coinvolgimento di cittadini e associazioni, sono stati raccolti circa 12mila euro.
  • 1 caso a Visciano, Firmate 2 ordinanze di isolamento fiduciario e sorveglianza attiva per altrettanti cittadini, in linea con le disposizioni del Ministero in riferimento a persone che hanno avuto contatti con persone risultate positive.
  • 1 caso a San Paolo Bel Sito, ovvero una dipendente dell’ASL di Roccarainola che però era già da tempo in autoquarantena visti i suoi contatti con il dottor Nicola Marrone, anch’egli positivo accertato da giorni. L’amministrazione ha comunicato che nella giornata di domenica 19, a partire dalle ore 19, in paese ci sarà una nuova disinfezione.
  • Nessun caso a Casamarciano. Nella giornata di oggi il primo cittadino Manzi si è recato al locale cimitero ed ha lasciato un omaggio floreale per i deceduti e per il collega sindaco Carmine Sommese in occasione del passaggio del feretro.
  • Nessun caso a Comiziano, 1 quarantena volontaria.
  • Nessun caso a Mariglianella.
  • Nessun caso a Liveri.
  • Nessun caso a Carbonara di Nola.

In Italia oggi il numero dei morti giornalieri è sceso nuovamente sotto i 500, così come i nuovi positivi che sono ancora meno di 1000. In Campania i morti sono circa 300 su 4029 positivi (oggi 41 nuovi positivi su 2893 tamponi). Il governatore De Luca e il prefetto di Napoli hanno stigmatizzato gli eventi di stamattina a Saviano.