Input your search keywords and press Enter.

Coronavirus, Agro Nolano: il bollettino dell’11 maggio

Ecco le notizie sul territorio dell’Agro Nolano riguardo i casi attestati di positività e le operazioni messe in atto dalle amministrazioni. I dati dipendono dalle comunicazioni rilasciate dai canali ufficiali amministrativi o sanitari. Per casi positivi intendiamo tutti quelli riscontrati, considerando anche i decessi e le guarigioni. Inoltre, sottolineiamo che i presenti casi sono considerati in base al luogo di domicilio e di quarantena che può non sempre coincidere con quello di residenza.

  • 24 i casi a Nola, tra cui 15 guariti e 5 decessi, positivo ma anche guarito il primario dell’ospedale di Nola, il dottor Luigi Caliendo. Un nuovo guarito e 4 cittadini attualmente positivi.
  • 17 casi a Saviano, tra cui 1 guarito e 2 decessi, ovvero un signore 80enne già gravemente malato e risultato positivo post mortem ed il sindaco Carmine Sommese, 14 gli attuali positivi. Il 14 maggio saranno riaperti i cimiteri Capoluogo e Sant’Erasmo, l’apertura è fissata per tutti i martedì, giovedì, sabato e domenica dalle 8.30 alle 13.
  • 9 i casi a Marigliano, tra cui 1 decesso e 7 guariti, resta un solo cittadino positivo e ospedalizzato.
  • 8 i casi a Palma Campania, di cui 5 guariti. Tra essi 2 casi afferenti alla clinica Santa Maria del Pozzo di Somma Vesuviana.
  • 5 i casi a Cimitile, il numero dei guariti è di 4.
  • 5 i casi per quanto riguarda Cicciano. Il bilancio dei decessi è di 2, entrambi deceduti in strutture ospedaliere e probabilmente contagiati durante il ricovero; da precisare invece che gli altri 3 cittadini positivi non sono residenti ma domiciliati a Cicciano, tutti sono guariti.
  • 5 i casi a Camposano, tra cui 1 morto (risultato positivo post mortem) e 4 guariti. Firmate 2 ordinanze di quarantena per cittadini arrivati da fuori regione.
  • 4 casi di positività a Tufino, tra cui il dottor Nicola Marrone dell’ASL di Gargani (pienamente guarito), 3 quindi i guariti e 2 invece le quarantene attive. Resta ancora un cittadino attualmente positivo. Conclusi i test rapidi ai commercianti che hanno accettato lo screening, gli esiti sono stati negativi.
  • 2 i casi a Roccarainola, di cui 1 guarito.
  • 1 caso a Scisciano, di cui però è stata annunciata anche la guarigione. Predisposto il calendario di consegna per le mascherine ai bambini, si andrà avanti in base all’iniziale del cognome. Giovedì 14 maggio, dalle 9 alle 13, è il turno dei cittadini il cui cognome comincia per A e B e dalle 15 alle 18 i cittadini dalla C alla D, il 15 maggio dalle 9 alle 13 i cittadini dalla E alla F e dalle 15 alle 18 quelli dalla G alla I, il 16 maggio dalle 9 alle 13 i cittadini dalla L alla M, lunedì 18 maggio dalle 9 alle 13 i cittadini dalla N alla O e dalle 15 alle 18 quelli dalla P alla R, martedì 19 maggio dalle 9 alle 13 i cittadini dalla S alla T e dalle 15 alle 18 quelli dalla V alla Z.
  • 1 caso di positività (pienamente guarito) a San Vitaliano, ovvero il dottor Eduardo Nava, direttore del dipartimento di Farmacologia all’ospedale di Nola. Firmata un’ordinanza di quarantena per una cittadina arrivata da fuori regione.
  • 1 caso a Visciano, di cui però è segnalata anche la guarigione.
  • 1 caso a San Paolo Bel Sito, ma di cui è stata annunciata anche la guarigione.
  • 1 caso a Mariglianella.
  • Nessun caso a Casamarciano.
  • Nessun caso a Comiziano.
  • Nessun caso a Liveri. Firmata un’ordinanza di quarantena per un cittadino rientrato da fuori regione.
  • Nessun caso a Carbonara di Nola.

In Italia poco più di 700 nuovi casi e circa 170 morti. In Campania i decessi salgono a 392 mentre i positivi sono 4621 su 121253 tamponi effettuati (oggi 19 su 2211). Controllati altri 1051 viaggiatori arrivati da fuori regione, 2 risultati positivi al test rapido e nessuno al tampone.