Input your search keywords and press Enter.

Un convegno su Totò ricorderà il suo 117 emo compleanno e si interrogherà sul perché nulla lo ricordi degnamente

Aspettando Totò. Sono ventuno anni cha aspettiamo il museo di Totò”, è il titolo del convegno che si terrà martedì alle 16 e 30 di fronte al Palazzo dello Spagnolo (via Vergini).

Moderato dal giornalista  Francesco Ruotolo, l’incontro sarà l’occasione per festeggiare il 117 emo compleanno del “Principe della risata”. Infatti al termine della serata verrà servita una torta con 117 candeline, preparata da un pasticciere del Rione Sanità, il cui laboratorio è a 50 metri dalla casa natale di Totò.

Ma tema centrale del convegno saranno i tanti interrogativi rivolti alle istituzioni sul perché a 48 dalla morte di questo immenso artista, nulla è stato fatto realmente per ricordarlo degnamente. Solo promesse e progetti caduti nel vuoto. Come l’idea di un Museo dedicato a Totò e di una scultura da collocare in una delle strade di Napoli, ma nessuna delle due iniziative è stata poi finanziata per la realizzazione.

Anche la casa natale di Totò(nonostante i tanti progetti) è rimasta in uno stato di abbandono, eppure da 10 anni ha bisogno di restauri e manutenzione