Input your search keywords and press Enter.

Clementino e il legame con la sua terra esportato in giro per l’Europa

Clementino in giro per il mondo. Il rapper campano, partito da Cimitile, ora è in tour europeo. In Europa porta le sue radici, che ha sempre citato nei suoi testi, parlando di come sia stato complicato nascere in una realtà diversa come quella dell’hinterland nolano.

Adesso però Clementino è arrivato al suo primo tour europeo e non si è per nulla distaccato dalle sue radici ma, anzi, ha deciso di esportarle in ogni luogo in cui si esibirà. Le sue ultime dichiarazioni infatti mostrano ancora questo forte legame con la sua terra che sembra non svanire mai. Prima di partire per l’European tour la “Iena” ha citato una parte del testo della sua canzone “Tarantelle” per spiegare questa sensazione di legame con la sua terra scrivendo :“Cimitile parev infinit, nu futur ca nun è garantit e vulev cagnà chesta vit, mo nun ce crer ca c’agg riuscit”.

Il ragazzo partito dalle battle di freestyle nel suo paese è diventato ora un artista di risonanza nazionale ed europea. “Cresciuto in fretta tra gavette, scelte e cameretta”, così definisce la sua formazione nel genere hip-hop, Clementino oggi dalla cameretta è passato ai sold out di Amsterdam, Londra e Dublino. Dalla nostra Campania, che possa piacere o meno, è nato un artista fatto e finito di altissimo livello.

 

Francesco Amato

Classe 1998, studente di Lingue e Letterature Straniere all'Università degli Studi di Salerno. Appassionato di musica, comunicazione digitale e giornalismo. Una frase che lo identifica? "Evito le persone con il punto esclamativo, preferisco quelle con il dubbio"