Input your search keywords and press Enter.

Clamoroso in Serie D: tifosi aggrediscono calciatori del Potenza! La società: “Vergogna infinita”

Pugni, calci, violenza gratuita. È cronaca ma è anche calcio, soprattutto calcio: è la sintesi d’un pomeriggio di estrema follia consumatosi a Potenza, ieri sera, al termine di una domenica pallonara, una delle tante, conclusasi però in maniera assurda.

LA STORIA – Il Potenza, tredicesimo in classifica nel Girone H di Serie D, perde 2-1 a Manfredonia. A fine gara, come di consueto, fa ritorno a casa in pullman. Al ritorno, ad attendere la squadra nei pressi dello stadio Viviani, poco meno di cento tifosi delusi per l’ennesimo passo falso stagionale. Si va oltre la semplice contestazione e ben oltre il limite della vergogna: approfittando delle porte aperte, una cinquantina di tifosi, con passamontagna al volto, si intrufolano nel pullman e, all’impazzata, aggrediscono in qualsiasi modo possibile i calciatori del Potenza, senza distinzione alcuna tra big o giovanissimi. Attimi di panico e di profonda tristezza, fotografia nitidissima della situazione in cui versa il mondo del calcio, oggi: soldi, corruzione ed anche infinita violenza, talvolta repressa, vomitata dappertutto e in qualsiasi forma.

IL COMUNICATO – “Il Potenza calcio esprime vergogna, mista a rabbia e delusione, per la vile aggressione subita dal pullman della squadra al rientro da Manfredonia”. Attraverso un comunicato stampa, la società rossoblù denuncia l’episodio senza omettere i dettagli dell’accaduto: “Colpire con attrezzi contundenti e con violenza inaudita dei ragazzi inermi, colpire dei ragazzini di 15/16 anni fino a mandarli in ospedale non fa onore ad una tifoseria ricordata in tutti i campi italiani per la grande passione e soprattutto per la correttezza sempre mostrata. Vedere i calciatori piangere ed impauriti sarà un fatto che resterà nella storia più di ogni altra vittoria”.

Fabio Tarantino

Giornalista e speaker, voce di Radio Punto Zero