Input your search keywords and press Enter.

“Città che legge”: nuovo riconoscimento per Nola, Cimitile, Scisciano e San Vitaliano

Importante riconoscimento per i Comuni di Nola, Cimitile, Scisciano e San Vitaliano che hanno ricevuto  la qualifica di “Città che legge” ottenuta dal Centro per il libro e la lettura del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. La qualifica di “Città che legge” riconosce e sostiene la crescita socio-culturale delle comunità urbane attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva.

Un importante riconoscimento che premia in tal modo due anni di impegno nella promozione della lettura, che hanno visto la cittadinanza sempre sensibile ad iniziative di diffusione della letturaha detto il sindaco di San Vitaliano, Pasquale RaimoSan Vitaliano figura quindi tra i 308 Comuni italiani tra i 5001 e 15000 abitanti che posseggono i requisiti richiesti per essere inseriti nell’elenco delle Città che leggono per il biennio 2020 – 2021, qualifica che consentirà al Comune di partecipare ai bandi per l’attribuzione di contributi economici, premi ed incentivi che il Centro per il libro e la lettura di volta in volta predisporrà per premiare i progetti più meritevoli. Garantire ai propri abitanti l’accesso ai libri e alla lettura è lo scopo primario di una Città che legge“.

Attraverso la qualifica di Città che legge si intende promuovere e valorizzare quelle amministrazioni comunali impegnate a svolgere con continuità sul proprio territorio politiche pubbliche di promozione della letturacomunica l’amministrazione comunale di CimitileL’intento è riconoscere e sostenere la crescita socio-culturale attraverso la diffusione della lettura come valore riconosciuto e condiviso, in grado di influenzare positivamente la qualità della vita individuale e collettiva. Una Città che legge garantisce ai suoi ospita festival, rassegne o fiere che mobilitano i lettori e incuriosiscono i non lettori, partecipa a iniziative congiunte di promozione della lettura, e aderisce a uno o più dei progetti nazionali. In tal modo potremmo accedere anche ad appositi finanziamenti del Mibact e dell’Anci. Ci abbiamo creduto ed il riconoscimento è arrivato“.

Grazie all’impegno dell’assessore avv. Annalisa Sebastiani abbiamo raggiunto un altro prestigioso traguardoha affermato invece il sindaco di Nola, Gaetano Minieri –  Questa qualifica permetterà alla nostra città di accedere a vari finanziamenti (ANCI E MIBAC) con l’unico scopo di garantire ai cittadini l’accesso alla lettura, attraverso biblioteche e librerie, ospitare festival, rassegne e fiere che faranno gioire i lettori ed incuriosire i non lettori, partecipare ad iniziative congiunte di promozione della lettura tra Comune, biblioteche, librerie ed associazioni ed aderire a progetti nazionali (LIBRIAMOCI, MAGGIO DEI LIBRI, etc.)“.

Tale riconoscimento permetterà all’amministrazione comunale di continuare a sostenere la diffusione della lettura come strumento per la crescita sociale e culturale della propria comunità e grazie al Patto locale per la lettura, di partecipare ai bandi che saranno promossi dal Centro del libro e della lettura, l’Anci e il Mibact scrive su Facebook l’amministrazione comunale di Scisciano – Puoi leggere, leggere, leggere, che è la cosa più bella che si possa fare in gioventù, e piano piano ti sentirai arricchire dentro, sentirai formarsi dentro di te quell’esperienza speciale che è la cultura. Lo diceva Pier Paolo Pasolini“.