Input your search keywords and press Enter.

I carabinieri restituiscono un importante dipinto trafugato nel 1992 ad una chiesa del napoletano

Continua l’opera dei carabinieri in contrasto al mercato nero di opere artistiche trafugate. Ritrovato un dipinto olio su tavola raffigurante “San Francesco di Paola”, dell’artista Aert Mytens (1541-1602), parte di una pala d’altare sottratta nel 1992 alla Chiesa dello Spirito Santo Don Pasquale Cammisa di Sant’Antimo.

Il 9 luglio 2019, alle ore 10:30, nella cittadina napoletana, presso l’aula consiliare del Comune, alla presenza del Sindaco Aurelio Russo, del Parroco della e del Comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale (TPC) di Napoli, Maggiore Giampaolo Brasili, si svolgerà la cerimonia di riconsegna.

L’importante dipinto, frammento dell’opera trafugata, raffigurante “L’Immacolata Concezione tra i Santi Francesco di Paola e Agata”, catalogata dalla Soprintendenza per i Beni Artistici e Storici di Napoli, era nella disponibilità di un privato cittadino che nel 2010 lo ha acquistato presso una nota Casa d’Aste. Di fondamentale importanza per l’individuazione del prezioso bene è risultata la comparazione della sua immagine con quella contenuta nella Banca Dati dei beni culturali illecitamente sottratti, gestita dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, che ne ha confermato la provenienza illecita.

La restituzione fa parte di un lavoro che è avvalorato altresì dall’opera di sensibilizzazione che le articolazioni del TPC quotidianamente compiono con i responsabili degli Uffici Diocesani, anche attraverso la divulgazione, ai parroci, della pubblicazione “Linee Guida per la Tutela dei Beni Culturali Ecclesiastici”, realizzata proprio dal Comando nel 2014 unitamente alla Conferenza Episcopale Italiana. Il documento, oltre a contenere consigli pratici per la difesa dei beni chiesastici da eventi predatori, diffonde e valorizza le iniziative di catalogazione e censimento dei beni delle Diocesi che, con grande impegno, stanno conducendo in ordine al proprio patrimonio culturale.