Input your search keywords and press Enter.

I drammi del coronavirus: senza soldi e cibo, si rivolgono ai carabinieri

Il coronavirus ormai sta facendo affiorare tutti i drammi economici e sociali dell’Italia, uno tra tutti quello del lavoro nero che sostiene molte famiglie. Con la firma dei decreti ed il conseguente obbligo di stare a casa, se non per ragioni lavorative, molte persone hanno dovuto rinunciare al lavoro sommerso, in gran parte alla base del sostentamento familiare. Stesso discorso per quei padri di famiglia che lavorano solo saltuariamente e che hanno visto chiudere molte filiere ora non necessarie o per quegli anziani che hanno difficoltà a sostenersi e non sanno come chiedere aiuto al servizio pubblico e vedono nei carabinieri un’ancora di salvezza.

Succede quindi che, ad esempio, a Sant’Antimo un uomo chieda aiuto ai carabinieri della locale tenenza, ammettendo che la sua famiglia è in serie difficoltà economiche, tali da non riuscire neanche a soddisfare i propri bisogni primari. I carabinieri hanno raggiunto l’ abitazione dell’uomo – un 37enne del posto – e conosciuto padre e madre, entrambi anziani. Il 37enne ha confessato ai militari di lavorare solo saltuariamente e di avere in questo momento serie difficoltà di sostentamento a causa della chiusura di gran parte delle attività produttive. Ha poi mostrato loro il frigo vuoto e la dispensa che conteneva un solo pacco di pasta. I militari, toccati dal racconto del cittadino, hanno acquistato decine di prodotti alimentari e non, garantendo disponibilità e vicinanza alla famiglia.

Scenario simile a San Vitaliano, dove un uomo ha raggiunto i carabinieri della Stazione locale e chiesto loro del cibo e due mascherine, una per la moglie e una per sè stesso. I militari hanno così riaccompagnato a casa l’anziano e dopo qualche ora gli hanno consegnato a domicilio una scorta di prodotti alimentari sufficiente per molti giorni (tra i prodotti anche diverse mascherine).

Un’altra richiesta di aiuto è arrivata da Villaricca. I militari della locale stazione sono stati contattati da un uomo che, non potendo più lavorare, non riusciva a garantire sostentamento alla moglie e alle due figlie minori. Come per le altre circostanze, i carabinieri hanno consegnato all’uomo alimenti, prodotti per la pulizia degli ambienti e per l’igiene personale, ricevendo enorme la riconoscenza per il lavoro svolto quotidianamente e per il grande gesto di umanità.