Input your search keywords and press Enter.

A Bologna le luminarie con i testi della musica di Cesare Cremonini

Dopo Lucio Dalla la città di Bologna rende omaggio ad un altro grande artista della città emiliana. Tanto erano piaciute le luminarie con le frasi di “L’anno che verrà” di Lucio Dalla in Via D’Azeglio che per il prossimo Natale il Comune è pronto a fare il bis. Il testo di “Nessuno vuole essere Robin” di Cesare Cremonini, infatti, campeggerà in 30 luminarie. La scelta è dettata dalla volontà del “Consorzio dei commercianti di via d’Azeglio“, in accordo con il Comune e la Fondazione Sant’Orsola e con il supporto di Live Nation. Anche questa volta ci sarà a supporto un evento benefico, ancora però in fase di ideazione.

A Il Resto del Carlino il cantante Cremonini ha così commentato:

Via D’Azeglio è la Bologna che amo. Quella da camminare, da respirare e da attraversare con il ghigno caratteristico dei bolognesi che sanno prendere a sberle la vita di tutti i giorni con la loro proverbiale ironia e quel pizzico di follia che li contraddistingue. Ora che si potranno leggere le rime di una mia canzone tra le luminarie della città dei poeti e dei cantanti, il cuore mi sobbalza di gioia e provo un senso di gratitudine ancora più forte verso la mia amata città. A Bologna ho dato tutto me stesso, fin dai miei esordi da “cinno” che guardava ai grandi nomi della musica con reverenza e ammirazione. Sono stato ricambiato con un affetto paterno, incondizionato, cresciuto e maturato nel tempo. Perché Bologna è una città tanto generosa quanto onesta nei giudizi, che non ti regala niente se non la rispetti.