Input your search keywords and press Enter.

La Campania si adegua agli spostamenti tra regioni: via la quarantena

Dal 3 giugno sono concessi tutti gli spostamenti in Italia, senza autocertificazione e senza particolari vincoli sanitari. Anche la Campania si è adeguata, con un’ordinanza a decorrere dal 3 giugno e fino al 15 giugno 2020. Ecco le nuove misure:

Disposizioni in tema di ingressi e rientri nel territorio regionale

  • A tutti i soggetti provenienti dalle altre regioni d’Italia o dall’estero, in conformità alla disciplina
    statale vigente, che faranno ingresso nel territorio regionale, fino al 15 giugno 2020 è fatto obbligo, in
    caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il Dipartimento di prevenzione della ASL
    territorialmente competente e il proprio medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta, ove
    appartenenti al Servizio Sanitario regionale della Regione Campania, per ogni conseguente
    determinazione.
  • A tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie di Napoli, Napoli- Afragola, Salerno,
    Benevento, Caserta, Aversa, Battipaglia, Capaccio- Paestum, Agropoli, Vallo della Lucania, Sapri,
    con treni che effettuano collegamenti interregionali, o all’aeroporto, è fatto obbligo di sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di temperatura pari o superiore a 37,5 C, a test rapido Covid-19 ed eventuale tampone, secondo le modalità organizzate presso le singole stazioni o altri luoghi, in conformità a quanto previsto con il presente provvedimento.

Disposizioni in tema di trasporti

  • per i servizi di TPL (Trasporto Pubblico, ndr) di linea terrestri (su ferro e su gomma) e per i servizi TPL non di linea è confermata la riattivazione dei servizi, nella misura del 100 % dei servizi programmati in
    ordinario, fatte salve diverse disposizioni degli Enti locali competenti, privilegiando
    nell’organizzazione dei servizi le fasce orarie e le tratte di maggiore affluenza;
  • per i servizi di TPL marittimo, al fine di garantire la continuità territoriale con le isole del Golfo,
    è disposta l’attivazione dei servizi programmati in ordinario nella misura del 100%, fermo restante
    un costante monitoraggio in raccordo con gli Enti locali interessati.
  • Le aziende di trasporto comunicano i programmi di servizio- e le eventuali integrazioni- alla
    Direzione Generale Mobilità della Regione Campania. Dalla data di comunicazione, l’espletamento del
    servizio è effettuato secondo la nuova programmazione. Eventuali modifiche della programmazione presentata
    sono consentite esclusivamente in caso di necessità urgenti e non differibili e devono essere comunicate alla
    Direzione Mobilità della Regione Campania.
  • è fatto obbligo alle aziende di trasporto, ai relativi dipendenti e agli utenti di osservanza delle misure precauzionali, ivi compreso l’utilizzo dei dispositivi di protezione individuale, previste dalle vigenti disposizioni statali e regionali.

Disposizioni in tema di accesso alle Isole del Golfo

Per chi arriva dall’estero, alle persone dirette verso le isole di Capri, Ischia e Procida, è fatto obbligo:

  • per i viaggiatori che usufruiscono di servizi di linea di imbarcarsi unicamente con traghetti di linea e dalle sole stazioni di Napoli Porto di Massa e Pozzuoli;
  • obbligo della prenotazione online almeno 24 ore prima della partenza, in modo da consentire la più celere organizzazione dei controlli sanitari;
  • obbligo di presentarsi all’imbarco almeno un’ora prima della partenza, per consentire i controlli;
  • obbligo per tutti i viaggiatori di sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, se superiore
    a 37,5, al test rapido Covid-19;
  • divieto di imbarco per i viaggiatori che presentano una temperatura corporea superiore a 37,5;
  • divieto temporaneo di imbarco per i viaggiatori che risultano positivi al test rapido Covid-19, con
    disposizione della sorveglianza fiduciaria, in attesa dell’esito del tampone molecolare nasofaringeo;

Spostamenti infraregionali:

  • obbligo per i viaggiatori di imbarcarsi unicamente con traghetti e aliscafi di linea dalle stazioni di
    Napoli Porto di Massa, Napoli Beverello, Pozzuoli, Castellamare di Stabia e Sorrento;
  • obbligo di presentarsi all¶imbarco almeno un¶ora prima della partenza, per consentire i controlli;
  • obbligo per tutti i viaggiatori di sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di
    temperatura superiore a 37,5, a test rapido Covid-19;
  • divieto di imbarco per i viaggiatori che presentano una temperatura corporea superiore a 37,5;
  • divieto temporaneo di imbarco per i viaggiatori che risultano positivi al test rapido Covid-19, con
    disposizione della sorveglianza fiduciaria, in attesa dell’esito del tampone molecolare nasofaringeo.

Agli esercenti i servizi di collegamento marittimo con le isole del Golfo di Napoli è fatto obbligo di mettere a disposizione delle ASL competenti e dell’Unità di Crisi regionale gli elenchi delle prenotazioni
obbligatorie ricevute ai sensi del presente provvedimento, in tempo utile a consentire l’organizzazione dei
controlli.