Input your search keywords and press Enter.

In Campania riaprono palestre piscine e tutti i servizi ricettivi

Erano da tempo attese e sono arrivate. Stiamo parlando delle riaperture di piscine e palestre in Campania che, dal 25 maggio ad almeno il 31 luglio, potranno essere attive secondo determinati parametri sanitari. Riaprono anche le attività per i servizi ricettivi anche “non alberghieri”; restano vietate le aperture per piscine con acque di mare e termali. Viene inoltre demandata all’Unità di Crisi la redazione dei protocolli per la riapertura dei circoli culturali e ricreativi dal 28 maggio.

Per quanto riguarda le palestre, nelle docce e negli spogliatoi ci dovrà essere la distanza di almeno 1 metro, così come 1 metro ci dovrà essere tra le persone mentre non sono impegnate in attività fisica e 2 metri mentre lo sono; attività di gruppo invece richiederanno la distanza di 1 metro se ci si trova in ambienti esterni e 2 metri in quelli interni. Se si sceglie di non usufruire di aria condizionata, allora si dovrà arieggiare i locali ogni 20 minuti. QUI trovate tutte le informazioni sul protocollo sanitario.

Per quanto riguarda le piscine, deve essere garantita distanza di almeno 1.5 m in acqua (tra persone non della stessa famiglia) e 7 mq a persona in zona solarium o aree verdi. Sono vietate feste ed eventi, le vasche per i giochi vengono riconvertite per la balneazione, viene sconsigliato l’uso promiscuo degli armadietti e consigliato di riporre gli indumenti nella propria borsa. QUI trovate tutte le informazioni sul protocollo sanitario.

Per quanto riguarda le attività di servizi ricettivi anche non alberghieri, vengono ridotti al minimo necessario i contatti tra i visitatori e i dipendenti, sarà infatti possibile consegnare le chiavi al capofamiglia, accompagnare gli ospiti nella propria sistemazione e procedere successivamente alla registrazione. Per quanto riguarda camper e roulotte, dovranno essere ben delimitate le piazzole per garantire il distanziamento. QUI trovate tutte le informazioni sul protocollo sanitario.