Input your search keywords and press Enter.

Bruxelles blindata e terroristi in fuga. A rischio Club Brugge-Napoli e la finale di tennis della Coppa Davis

Bruxelles è una città fantasma. La città belga è seriamente a rischio attentati; ad affermarlo è il premier belga Charles Michel che ha alzato il livello d’allerta a 4 (il massimo). Le vie della città sono deserte, i ristoranti restano chiusi e i cittadini si barricano in casa. Le forze di polizia sorvegliano tutto il territorio e restano con gli occhi aperti dopo le notizie riportate dall’intelligence che vedrebbe il Belgio in imminente pericolo di subire attentati. Nel frattempo, stanotte la polizia belga ha compiuto un altro importante blitz a Molenbeek, smantellando una cellula terrorista. Sfuggito all’arresto ancora una volta il super ricercato Salah Abdeslam che pare sia in fuga verso la Germania, con l’obiettivo di raggiungere la Siria. Intanto il fratello di Salah lo invita a consegnarsi alla polizia: “consegnati, meglio in galera che al cimitero” ha affermato davanti alle telecamere. Sempre davanti alle telecamere ieri è stata raccontata una delle storie più brutte e drammatiche delle stragi di Parigi. “La fuga nel camerino per cercare riparo non e’ valsa a nulla. I terroristi li hanno scovati e uccisi. A salvarsi solo un bambino nascosto sotto una giacca di pelle; molti fan sono morti per non lasciare indietro i loro amici.”: questo il racconto della band Eagles of Death Metal, che in quella sera si stava esibendo al Bataclan.
Dopo gli attentati di una settimana fa la piscosi ha colpito tutta l’Europa ed anche gli eventi sportivi sono stati annullati o rischiano seriamente di essere rinviati. Il campionato di calcio belga non si è disputato per questa giornata, mentre è a serio rischio lo svolgimento del match di Europa League tra Club Brugge e Napoli, così come la finale di Coppa Davis di tennis. “La nostra preoccupazione è la stessa di altre persone che girano l’Europa per lavoro, guadagnando sicuramente meno di noi” così Il tecnico del Napoli Sarri che è anche consapevole che la sorte di questo evento sportivo non dipenderà dalle società calcistiche; la Federazione Britannica di tennis invece ha rinviato di 24 ore la partenza per il Belgio per disputare la finale di Coppa Davis.