Input your search keywords and press Enter.

Coronavirus, Agro Nolano: il bollettino del 3 aprile

Ecco le notizie sul territorio dell’Agro Nolano riguardo i casi attestati di positività e le operazioni messe in atto dalle amministrazioni. I dati dipendono dalle comunicazioni rilasciate dai canali ufficiali amministrativi o sanitari. Per casi positivi intendiamo tutti quelli riscontrati, considerando anche i decessi e le guarigioni. Inoltre, sottolineiamo che sono i presenti casi sono considerati in base al luogo di domicilio e di quarantena che può non sempre coincidere con quello di residenza.

  • A Nola i casi sono 9, ovvero 5 casi attuali, 2 guariti e 3 decessi. Il sindaco Minieri ha prorogato fino al 14 aprile la chiusura domenicale per i supermercati e i negozi di generi alimentari e, nel primo pomeriggio, ha smentito le voci che gli attribuivano la decisione di sospendere la Festa dei Gigli per via del Coronavirus: per ora, ha ribadito, valuta un rinvio ma la decisione spetta ai tanti organi istituzionali coinvolti.
  • 6 i casi a Marigliano. Il sindaco Carpino ha firmato altre 5 ordinanze di sorveglianza attiva e isolamento fiduciario precauzionale per altrettanti cittadini, ha chiuso nell’orario pomeridiano il Comune fino al 14 aprile, sospeso fino alla stessa data il servizio di sosta a pagamento e disposto 15098 buoni spesa da 10 e 20 euro da consegnare dopo la chiusura delle richieste.
  • 5 i casi a Palma Campania. Il sindaco ha diffuso i dati del conto corrente per ricevere donazioni: IBAN “IT92V0760103400001049390972” – causale “donazione emergenza Covid-19”. Il primo cittadino ha inoltre prorogato la chiusura di tutti i circoli privati fino a fine emergenza ed ha firmato 3 ordinanze di quarantena precauzionale per altrettanti cittadini.
  • 5 i casi a Cimitile, di cui 1 guarito, altri 3 legati ad uno dei precedenti casi sono stati annunciati con una nuova ordinanza sindacale di quarantena per positività da Covid. I supermercati Conad, inoltre, hanno accolto l’invito del Consiglio ed hanno annunciato che nel territorio comunale applicheranno al valore del buono spesa un’aggiunta del 10%.
  • 4 casi a Cicciano. Oggi l’annuncio del primo caso di un cittadino ciccianese attualmente positivo, si tratta di un anziano ricoverato in ospedale e il cui terzo tampone è risultato positivo. Un’altra signora è deceduta in ospedale dopo diversi giorni di ricovero, mentre due cittadini residenti a Nola e Tufino stanno svolgendo la quarantena nel territorio di Cicciano.
  • 3 i casi di positività a Camposano, tra cui 1 decesso, ovvero un signore già malato e risultato positivo dalle analisi nei giorni successivi. L’amministrazione Barbato ha comunicato che regalerà una colomba pasquale ad ogni famiglia del comune (circa 2mila).
  • 2 i casi di positività a Roccarainola, tra cui 1 guarito. L’amministrazione ha inoltre deciso di dividere per zone e per giorni le sortite dei cittadini per fare la spesa (tutti i dettagli QUI).
  • 2 i casi di positività anche a Saviano, tra cui 1 decesso di un signore 80enne già gravemente malato e risultato positivo post mortem. Ricoverato ancora al Moscati il sindaco Carmine Sommese. Il Comune ha inoltre pubblicato il bando per richiedere il buono spesa, si può presentare istanza tramite mail all’indirizzo protocollo@comune.saviano.na.it o chiamando i due numeri 081/8203868 e 081820 3818, attivi dal lunedì al venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00.
  • 1 caso a Scisciano, dove l’amministrazione ha comunicato di aver completato la consegna domiciliare delle mascherine.
  • 1 caso di positività a San Vitaliano, ovvero il medico sciscianese ma domiciliato nella città sanvitalianese Eduardo Nava, direttore del dipartimento di Farmacologia all’ospedale di Nola. Il sindaco ha inoltre comunicato di aver predisposto l’acquisto di 5mila mascherine da distribuire ai cittadini tramite la Protezione Civile.
  • 1 caso e 21 quarantene a Tufino, ovvero il dottor Nicola Marrone dell’ASL di Roccarainola. L’amministrazione ha previsto inoltre che per i dipendenti del settore tecnico del Comune il lavoro procederà in modalità smart working, quindi da casa.
  • 1 caso anche a Visciano.
  • 1 caso a San Paolo Bel Sito, ovvero una dipendente dell’ASL di Roccarainola che però era già da tempo in autoquarantena visti i suoi contatti con il dottor Nicola Marrone, anch’egli positivo accertato da giorni. Firmata una ordinanza di quarantena precauzionale per una cittadina. Sul sito del Comune sono state pubblicate tutte le notizie per ricevere il buono spesa della Protezione Civile: 150 euro per una famiglia con 1 sola persona, 200 per famiglie con 2 persone, 250 per famiglie con 3 persone, 300 per famiglie con 4 o più persone (con possibilità di altri 50 euro per famiglie con disabili o minori di 3 anni).
  • Nessun caso a Casamarciano. Il Comune ha pubblicato il bando per i buoni spesa: la domanda dovrà essere inviata all’indirizzo mail protocollo@comune.casamarciano.na.it entro le 12 dell’8 aprile.
  • Nessun caso di positività a Comiziano, 5 invece le quarantene precauzionali. L’amministrazione ha inoltre comunicato che la sanificazione avverrà domenica 5 aprile alle 19 e mercoledì 8 aprile allo stesso orario.
  • Nessun caso a Mariglianella. Il sindaco ha avvertito la popolazione che in paese girano falsi analisti con tesserini che chiedono di poter fare dei tamponi: non bisogna aprire.
  • Nessun caso a Liveri. Il sindaco Coppola ha comunicato di aver ricevuto una nuova donazione di mascherine dal negozio GigaWay e presto si provvederà alla distribuzione.
  • Nessun caso a Carbonara di Nola. Lunedì l’amministrazione provvederà a pubblicare le modalità di accesso ai buoni spesa. 2 invece le ordinanze di quarantena firmate perchè due cittadini hanno violato le disposizioni dell’Autorità.

In Italia i dati restano stabili, soprattutto quelli delle terapie intensive, segno che si sta viaggiando ancora in regime di picco e che si dovrà attendere ora una discesa. In Campania si contano ad oggi 181 morti e 144 guariti per un totale di 2677 positivi. Il governatore De Luca ha comunicato che, per abbattere i tempi, l’ASL Napoli 2 ha iniziato a fare i tamponi direttamente in auto in uno spiazzale riservato ai pazienti chiamati direttamente dal’ASL.