Input your search keywords and press Enter.

Il Governo “dà una tregua” ai Benetton: Atlantia inserita nella potenziale proprietà di Alitalia

La salvezza di Alitalia potrebbe dipendere da Atlantia, proprio la holding della famiglia Benetton che dopo il crollo del Ponte Morandi di Genova è entrata nella black list del Governo. Dopo che il vicepremier Di Maio aveva etichettato Atlantia come “decotta” (quindi in perdita), è arrivata la notizia dell’ ingresso dei Benetton nella cordata che rileverà la compagnia di bandiera italiana. Di Maio ha esultato per il risultato, limitandosi però a ricordare che questo non precluderà un eventuale intervento di revoca delle concessioni sulle autostrade italiane.

Ferrovie dello Stato ha scelto la holding della famiglia Benetton per la nuova cordata che dovrebbe così essere formata: Ferrovie dello Stato con il 35% del capitale totale, il Ministero del Tesoro con il 15% ( i due attori pubblici avrebbero il controllo della compagnia), la compagnia aerea statunitense Delta con il 15% e Atlantia con il 35%. Questa però è solo una cordata ipotetica, in quanto l’accordo deve essere ancora formalizzato, cosa che non avverrà prima di due mesi (deadline fissata a settembre), quando ci sarà l’eventuale approvazione del piano industriale per la compagnia.