Input your search keywords and press Enter.

Archeologia e storia dell’Agro Nolano: al via a Cicciano “Apud Nolam”

Il 25 ottobre 2019 a Cicciano prenderà il via l’evento “Apud Nolam: incontri di archeologia e storia dell’arte dell’agro nolano”, organizzato dall’associazione culturale UNITRE di Cicciano.

L’Università delle Tre Età, brevemente UNITRE, è un’associazione nazionale di promozione sociale nata negli anni Settanta a Torino e oggi riconosciuta dal Ministero del Lavoro. Ad essa aderisce la sede di Cicciano, assieme a tutte le altre sedi autonome locali sparse su tutto il territorio nazionale. Per i suoi principi ispiratori, l’UNITRE è
definita “accademia di cultura” e “accademia di umanità” e propone corsi di lezione tenuti su base volontaria da docenti di alto profilo.

Il titolo dell’evento, chiaro riferimento a Tacito, diviene in questa sede una vera e propria manifestazione di
intenti. L’obiettivo di questi incontri è quello di promuovere la conoscenza storica del territorio campano, in particolare quello dell’agro nolano, spesso sconosciuto non solo ai “forestieri”, ma anche agli abitanti di
Nola e del circondario; un territorio che invece nel corso dei secoli ha assunto un ruolo economicamente e strategicamente determinante per la felice posizione geografica al centro della pianura campana. L’impegno non è solo quello di far conoscere il territorio, ma soprattutto quello di valorizzare quei beni culturali, considerati ancora oggi ingiustamente “minori”, che rischiano di essere dimenticati e cancellati dalla memoria storica degli uomini. Per questo saranno anche previste delle visite guidate sui luoghi interessati dagli studi.

In base a questa logica di valorizzazione dei territori minori e di “decentramento culturale”, si è scelto di tenere l’evento a Cicciano, uno dei centri più piccoli del territorio nolano. Il curatore dell’evento, il prof. Giuseppe D’Avanzo, commenta:

Con queste nuove ricerche di rilievo nazionale e internazionale, Cicciano diviene finalmente un centro culturale di prim’ordine all’interno dell’agro nolano.

L’evento si dipanerà in una serie di quattro incontri che prevedono la partecipazione di alcuni tra i più noti studiosi di archeologia e storia dell’arte del territorio campano. Ogni incontro sarà presentato dal prof. Giuseppe D’Avanzo.