Input your search keywords and press Enter.

Arrestato Pasquale Scotti, era latitante da 31 anni

Dopo 31 anni di latitanza è stato arrestato Pasquale Scotti, braccio destro di Raffaele Cutolo. Chi era Pasquale Scotti? Detto ” ‘o collier ” per aver reglato, per l’appunto, un collier alla moglie di Cutolo, Pasquale Scotti era anche considerato il braccio armato del boss di Ottaviano. Implicato in molti omicidi e accadimenti celebri del periodo dell’ascesa dell’NCO, come l’assassinio della ballerina Giovanna Matarazzo, venne condannato all’ergastolo nel 2005, quando però era già latitante da 21 anni. Venne arrestato infatti a Caivano nel 1983 e diede impressione di collaborare con la giustizia, rivelando alcuni particolari della storia dell’NCO. Tuttavia questa collaborazione si rivelò fasulla, Scotti infatti evase dall’ospedale civile di Caserta nel Natale 1984, dove era ricoverato per una ferita alla mano. Per oltre 30 anni non si seppe nulla di lui, qualcuno aveva addirittura formulato ipotesi di morte, ma ieri Pasquale Scotti è stato arrestato in Brasile. Scotti si era rifugiato a Recife, si faceva chiamare Francisco de Castro Visconti, aveva sposato una donna brasiliana e aveva avuto due figli. Ieri gli uomini della Squadra mobile di Napoli, coordinati dai primi dirigenti Fausto Lamparelli e Lucio Vasaturo, lo hanno catturato mentre era in una panetteria. Pasquale Scotti era dal 1990 era nella lista dei latitanti più pericolosi d’Italia.

di Nello Cassese

Nello Cassese

Classe 1994, laureato in Scienze della Comunicazione, frequenta il corso di laurea magistrale Corporate Communication and Media all’Università degli Studi di Salerno. Appassionato di calcio e sport in generale, segue con interesse e impegno temi di attualità vari, in particolar modo quelli inerenti il sociale e il terzo settore. Giornalista pubblicista iscritto all’Ordine dei Giornalisti della Campania dal novembre 2016. Dal gennaio 2018 è direttore di 081news. Ha collaborato con il quotidiano online IlPopolareNews e con l'emittente televisiva nolana Videonola. Collabora come inviato sportivo per Il Giornale di Sicilia e come speaker radiofonico per Radio Antenna Campania.