Input your search keywords and press Enter.

Nola: la diocesi inaugura il 2019 nel segno di Santa Lucia del convento di Santa Croce

Comincia il nuovo anno di eventi organizzato dalla diocesi nolana. “Inauguriamo l’anno guardando la bellezza” è il titolo del primo evento del 2019 promosso a Nola dall’Ufficio per i Beni culturali diocesano e dall’associazione Meridies: un itinerario d’arte che giovedì 3 gennaio partirà alle 18.30 dal Salone dei Medaglioni del Palazzo vescovile per concludersi presso la chiesa di San Biagio.

Una passeggiata tra le stanze ricche di meraviglie del Museo diocesano per poi giungere alla chiesa di piazza del Gesù, dove sarà possibile visitare le tombe della famiglia Albertini e gli straordinari affreschi del campanile, sui quali recenti studi hanno portato nuova luce.

In via del tutto eccezionale, il percorso consentirà di ammirare la Santa Lucia del Convento di Santa Croce, dipinto su tavola, attribuito al portoghese Alvaro Pirez, che nei giorni successivi lascerà la diocesi per essere sottoposto a restauro in vista della grande mostra “Il Rinascimento visto da Sud. Matera, l’Italia meridionale e il Mediterraneo tra ‘400 e ‘500” che si terrà nella Città dei Sassi, dal 19 aprile al 19 agosto 2019. In quella occasione infatti la Santa Lucia sarà esposta insieme all’Annunciazione di Cristoforo Scacco (1490 ca) e al Crocifisso del Maestro di Nola (anche conosciuto come Maestro di Ladislao di Durazzo), provenienti rispettivamente dalle chiese nolane del Collegio e del Gesù.

«Un evento – ha dichiarato la responsabile dell’Ufficio Beni Culturali, Antonia Solpietroche mira, ancora una volta a promuovere l’arte e la cultura del nostro territorio e della nostra Chiesa locale, dimostrandone la centralità sulle rotte delle vie dell’arte nei secoli passati».