19 agosto 2018
dai COMUNI >

Nola canta l’amore per la musica dei Gigli: in scena la seconda edizione di “Nola, parole e musica”

La kermesse è stata organizzata dall'Associazione Amiamola, con le voci di Feliciano Natalizio, Raffaele Caccavale, Tino Simonetti e Felice Parisi

Nello Cassese
di Nello Cassese, il 13 Giu 2018 - 17:10
Nola, Eventi -

Si apre con le note e le splendide parole di “Nola, amore eterno” di Gigino Barone, con la voce di Feliciano Natalizio, la seconda edizione di “Nola, parole e musica“. Un’emozione forte per aprire una serata all’insegna della storia e della bellezza musicale del mondo dei Gigli. Per il secondo anno l’associazione Amiamola presenta lo spettacolo della musica dei Gigli in Piazza Giordano Bruno con le voci di Tino Simonetti, Raffaele Caccavale e Felice Parisi, davanti ad una platea attenta, quasi innamorata delle note che tanto sapevano di storia e di vissuto.

‘Nola, parole e musica’ è anche e soprattutto storia, la nostra Festa dei Gigli non si è mai fermata, neanche quando le bombe avevano abbattuto il palazzo comunale – afferma Feliciano Natalizio, discendente di una delle più importanti famiglie del panorama musicale giglistico e, per l’occasione, moderatore della serata. Nelle parole della bellissima canzone di Gigino Barone che avete ascoltato c’è l’essenza della nolanità, quella vera, quella eterna.”

Ogni canzone dei gigli presentata ha una storia, come “A’ Quartigliera“, scritta per festeggiare la promozione in Serie D del Nola Calcio negli anni ’70. Ogni testo di questa musica dei Gigli ha un significato, un vissuto alle spalle, un’emozione che l’ha generato e che è stata trasmessa a tutte quelle generazioni di nolani che l’anno ascoltato musicato.

Nola e la Festa dei Gigli così, in un legame storico, indissolubile, eterno.

Nello Cassese
scritto da

Nello Cassese


×