19 novembre 2018
dai COMUNI >

Il Nola 1925 batte anche la Virtus Avellino, ora testa alla finale di Coppa

Il Nola 1925 irrompe nella zona play off del girone B di Eccellenza

Redazione 081 news
di Redazione 081 news, il 11 Feb 2018 - 18:52
Nola, Calcio -

La S.S. Nola 1925 continua a volare. I bianconeri di mister Liquidato regolano con uno spettacolare 3-1 la Virtus Avellino allo Sporting Club di via Seminario e balzano a quota 34 punti in classifica irrompendo prepotentemente in zona playoff del Girone B del campionato di Eccellenza. Mattatore della sesta giornata di ritorno ancora una volta lo scatenato Scielzo autore di una doppietta, supportato in attacco da un sempre più positivo Zaccaro (in gol su rigore) e dagli strepitosi Falanga e D’Abronzo a centrocampo. Adesso testa alla finale di Coppa Italia Dilettanti in programma giovedì 15 febbraio alle 19 allo stadio Torre di Pagani.

Mister Liquidato in occasione del match con la Virtus Avellino schiera  dal primo minuto il rientrante Gioventù a destra con Falivene a sinistra e Lenci e Mocerino (per un acciaccato capitan Schioppa) al centro della difesa. In mezzo al campo, Oliveri centrale supportato da Vaccaro e D’Abronzo (con Sacco squalificato) mentre in attacco il tridente Colonna, Zaccaro, Scielzo. Pronti via e il Nola prova a pungere con Scielzo e Zaccaro. Al 12’ il primo colpo di scena: Olivieri chiede il campo per un piccolo problema muscolare. Entra Falanga con Liquidato che sposta Vaccaro nel ruolo di play basso. Il nuovo entrato, senza neanche un secondo di riscaldamento sale in cattedra non facendo calare il livello di intensità in mezzo al campo dei bianconeri. Al 36’ il match si accende quando su un’invenzione di Zaccaro in mezzo all’aria (tacco spettacolare) mette D’Abronzo davanti a Gilberti. Il portiere irpino respinge ma Scielzo è il più rapido di tutti nel ribadire in gol. 1-0 che non sazia i bianconeri che 5’ più tardi trovano il raddoppio. Ancora una volta è Scielzo a superare uno strepitoso Gilberti (parate super su D’Abronzo) con un tiro a giro d’antologia che manda le squadre negli spogliatoi sul 2-0. Dopo l’intervallo il match sale ulteriormente di livello e intensità: la Virtus accorcia con D’Andrea al 3’. Il pallonetto dell’attaccante irpino si insacca alle spalle di un incolpevole Avino. 10’ dopo il Nola rialza la testa: Falanga pesca Zaccaro in area, il centravanti bianconero costringe al fallo Viscido. Per il signor Gallo di Castellammare è rigore. Zaccaro resta freddo e mette in porta il 3-1. Passano pochi minuti e la situazione si ribalta: D’Andrea scappa via in contropiede, Falivene commette fallo da rigore. Avino però ipnotizza Alleruzzo chiudendo i conti. Finisce 3-1, il Nola vola in zona playoff ed ora può pensare alla finale di Coppa Italia con il Savoia.

“Abbiamo vinto e giocato una gran partita – ha dichiarato il rientrante Giuseppe Gioventù – siamo stati squadra e dimostrato di non temere nessuno anche se di fronte c’era a mio avviso una delle migliori squadre di tutto il campionato. Adesso testa al Savoia – ha concluso Gioventù – vogliamo provare a fare qualcosa di speciale per tutta la società e per i nostri fantastici tifosi”.

 

Nola                          3

Virtus Avellino        1  

Nola: Avino, Gioventù (43’ st Paradisone, Falivene, Olivieri (12’ Pt Falanga) Lenci, Mocerino, Colonna (24’ st Cossentino), Vaccaro, Zaccaro (42’ st Improta), Scielzo (45’ st Tagliamonte). All. Liquidato

Virtus Avellino: Gilberti, De Riso, Lattarulo, Viscido, Alleruzzo, Ripoli (31’ st Gagliarlo), Oliva (1’ st Limatola), Lippiello (35’ st Caggiano), D’Andrea, Rega (24’ st Limatola), Cioffi. All. Criscitiello

Arbitro: Raffaele Gallo di Castellammare di Stabia

Assistenti: Alessandro Izzo e Camillo Amarante

Reti: 36’ pt e 41’ pt Scielzo, 3’ st D’Andrea, 13’ st Zaccaro 

Redazione 081 news
scritto da

Redazione 081 news

No Banner to display


×